Sport / Traguardi

Con due nuovi record Giuliana Chiara Filippi assapora il sogno delle Paralimpiadi

La giovane atleta di Faedo, nata senza il piede destro, ha stabilito il primato ad Ancona nelle gare nazionali di categoria nel salto in lungo e nei 60 metri piani: «Se non ce la farò non sarà un dramma, sono giovane e significherà che un’altra avrà meritato più di me. Il mio idolo? Jess Owens»

LA STORIA Giuliana, l’atleta rotaliana che punta alle Paralimpiadi 
EVENTI L'elogio alle diversità nella Giornata dei calzini spaiati 
INIZIATIVA "Nuove vite di sport" a Villa Rosa di Pergine

Salute / L’appello

Disabilità, l’odissea di una famiglia di Dro: «Nostra figlia è ostaggio della burocrazia»

La piccola, di due anni e mezzo, soffre di una grave disabilità (priva ancora di diagnosi) che ha richiesto da subito cicli di riabilitazione e intensiva e assistenza sanitaria costante. L’iter burocratico per richiedere i necessari appoggi e supporti però sembra non finire mai

EVENTI L'elogio alle diversità nella Giornata dei calzini spaiati 
SOCIALE L’ippoterapia grazie all’associazione «I Lari»
BOLOGNANO Una comunità intera si coccola il “grande” Alessio Bortolotti 
MAMMA «In Trentino sempre meno servizi per i bimbi in difficoltà»

Disabilità / Il racconto

Alto Garda: c'è una comunità intera che si coccola il “grande” Alessio Bortolotti

Ha 9 anni ed è affetto da un ritardo nello sviluppo psico-motorio. Tutta Bolognano si è stretta attorno a lui. La mamma Bruna Morandi: “Le maestre e i servizi sociali ci hanno aiutato tantissimo. I bambini lo cercano e Alessio è sempre quello che trascina la festa. Tutta la comunità lo sta accompagnando in un percorso”

INIZIATIVA Trento una giornata per esplorare l'autismo
MAMMA «In Trentino sempre meno servizi per i bimbi in difficoltà»


 

Ostacoli / Il progetto

Fiemme senza barriere, il sogno è possibile: la mappatura rende il territorio più accessibile

Il gruppo Per.La (Percorso lavoro) e il Cse Anffas di Vigo di Fassa hanno consegnato ai sindaci e al presidente della Comunità di Valle l’elaborato finale che garantisce a chi vive una disabilità di potersi spostare in maniera più libera e sicura all’interno della vallata

IL CASO «Urla alla fermata e contro una ragazza disabile»: protagonista un autista di Trentino Trasporti 
IL PROGETTO "Oltre gli ostacoli", una cooperativa punto di riferimento per la disabilità 
RICORRENZA Giornata della disabilità: la voce dei ragazzi di Anffas Trentino​ 
I DATI Solo una scuola su tre è accessibile agli alunni con disabilità 

 

Sport / La storia

La forza di Mauro Tomasi incanta anche la capitale: da solo alla Maratona di Roma

L'atleta, triplegico da 22 anni, ha compiuto un’altra impresa: ha partecipato alla manifestazione senza un accompagnatore e nonostante questo è riuscito a terminare la corsa in sei ore e mezza. Il prossimo obiettivo è Padova a metà aprile

PANDEMIA «Affronto il virus da guerriero», la battaglia di Tomasi nella Rsa 
BARRIERE La scala mobile è rotta: disabile portata in braccio dai vigili

FRANCO LEO Addio al tetraplegico che fatto la maratona di New York

Primiero / Il caso

La ministra Locatelli: accertamenti in corso sul caso del disabile invitato a spostarsi in un altro tavolo dell’hotel

L'esponente del governo interviene sulla vicenda di San Martino di Castrozza: "Se le cose sono andate davvero così, dico che questo comportamento è incivile. Vorrei incontrare la famiglia". Fugatti: "Un fatto di questo tipo non può mettere in discussione un lavoro di lustri del Primiero, ma anche del Trentino"

IL CASO Madre denuncia: «L'hotel voleva farci spostare perché mio figlio è disabile»
REAZIONI Arriva anche un’interrogazione parlamentare
STRUTTURE Persone disabili, hotel trentini indietro rispetto all'Alto Adige
FASSA Disabili in albergo a Pozza, i clienti vanno via, il titolare: «Amareggiato»

Società / Il caso

Una madre denuncia: «In Primiero l'hotel voleva farci spostare di tavolo perché mio figlio è disabile»

A San Martino di Castrozza la vicenda di una famiglia romana (mamma, papà e figlio), riportata oggi dal quotidiano la Repubblica. La signora Cecilia Bonaccorsi racconta: «Ci hanno detto che alcuni ospiti si erano lamentati. Volevano sistemarci in una sala isolata, con i vetri oscurati da un mosaico. Di fronte a questa umiliazione abbiamo deciso di andarcene»

STRUTTURE Accoglienza di persone disabili, hotel trentini indietro rispetto all'Alto Adige
FASSA Disabili in albergo a Pozza, i clienti vanno via, il titolare: «Amareggiato»