Montagna / Il caso

L'alpinista Giampaolo Corona è rientrato dal Nepal dopo la disavventura sull'Annapurna: ora è in ospedale a Brunico

Ieri, 4 maggio, l'atterraggio a Venezia e quindi il trasferimento in Alto Adige, dove il forte scalatore primierotto dovrà proseguire le terapie contro le conseguenze dei congelamenti subiti durante la discesa nel gelo dal celebre ottomila himalayano

IL RECUPERO Giampaolo è in salvo dopo l'intervento dell'elicottero a quota 7.400
IL RICOVERO "Sono in ospedale, dopo due notti passate all'aperto senza tenda"
LA GALLERY La sfida a uno dei monti celebri dell'Himalaya
LE CONDIZIONI Alla ricerca di una finestra utile fra nevicate e vento fortissimo

Montagna / La spedizione

Giampaolo Corona da Kathmandu: "Sono in ospedale, dopo due notti all'aperto durante la discesa dall'Annapurna"

L'alpinista trentino, recuperato stamattina in elicottero, è stato trasferito dal campo base alla clinica e in un post Fb racconta la disavventura sul celebre ottomila himalayano: "Ci ha colti una tempesta e ho perso la via verso il campo 4. Ho pernottato due notti fuori, a oltre 7000 metri, senza tenda, senza nulla da bere"

IL RECUPERO Giampaolo è in salvo dopo l'intervento dell'elicottero a quota 7.400
LA GALLERY La sfida a uno dei monti celebri dell'Himalaya
LE CONDIZIONI Alla ricerca di una finestra utile fra nevicate e vento fortissimo

Montagna / La spedizione

Annapurna, Giampaolo Corona è in salvo: recuperato in elicottero a quota 7.400, ora si trova al campo base

L'alpinista trentino ha subito un congelamento ma le sue condizioni sono stabili: ora sarà trasferito a Kathmandu per ricevere le cure necessarie. È stato portato in salvo questa mattina, 30 aprile, all'alba (ora locale) mentre si trovava sulla difficile via di discesa, dopo aver raggiunto la vetta del celebre ottomila himalayano senza l'ausilio dell'ossigeno supplementare né di portatori

LA GALLERY La sfida a uno dei monti celebri dell'Himalaya
LE CONDIZIONI Alla ricerca di una finestra utile fra nevicate e vento fortissimo
IL FATTO Disperso a 7600 metri, contatto e allarme rientrato
SIMONE MORO «Giampaolo sa quello che fa»