Ambiente / Il caso

Rifiuti, accelera l'iter per l'inceneritore: Tonina e i tecnici non credono agli ambientalisti

L'impianto da realizzare in Trentino dovrebbe essere un gassificatore e nelle prossime settimane la Provincia prenderà la decisione finale, dopo il parere dei due team di consulenti di Università e Fbk

ALTERNATIVA Associazioni: l'impianto non è necessario, ecco perché
TONINA "Bisogna farlo, decisioni entro dicembre"
FRONTE DEL NO "Si crea inquinamento dannoso per ambiente e salute"
COMUNE Anche il sindaco Ianeselli dice sì: "Ma il territorio riceva compensazioni"
PROVINCIA
"Il presidente Fugatti: l'inceneritore, va fatto al più presto"

Trento / Ambiente

«Esiste un'alternativa concreta alla costruzione di un inceneritore»

Ecco nel dettaglio la proposta di Wwf Trentino, Italia Nostra, Legambiente e altre realtà affinché la Provincia non proceda con l'annunciata progettazione di un impianto: «La soluzione è ridurre ancora la produizione pro capite (fino ai livelli attuali della val di Sole), portare la differenziata all'85% e per il poco residuo puntare su aziende che ricavano ricchezza dagli scarti»

TONINA "Impianto necessario, decisioni entro dicembre"
FRONTE DEL NO "Si crea inquinamento dannoso per ambiente e salute"
COMUNE Anche il sindaco Ianeselli dice sì: "Ma il territorio riceva compensazioni"
PROVINCIA
"Il presidente Fugatti: l'inceneritore, va fatto al più presto"

Ambiente / La svolta

Inceneritore, Mario Tonina: “Impianto necessario, entro dicembre localizzazione e dimensionamento”

Per l’assessore provinciale all’Ambiente "emerge la necessità di realizzare un impianto di chiusura del ciclo dei rifiuti non recuperabili, anche se arrivassimo al 90% della differenziata. L'impianto è la strada giusta anche per contenere i costi dell'energia"

TERMOVALORIZZATORE Fugatti: "Dobbiamo realizzarlo"

Rovereto / L'emergenza

"Parcheggiate" ai Lavini di Marco già mille tonnellate di rifiuti in attesa di finire fuori provincia

Si tratta di residuo secco proveniente da tutto il Trentino e destinato all'inceneritore di Bolzano che però è fermo per manutenzione. L'Agenzia provinciale per l'ambiente ha deciso di elevare la capacità di deposito da 5.000 a 6.000 tonnellate. Nel frattempo il Trentino pensa al progetto di un proprio termovalizzatore

IL CASO In Trentino è emergenza per lo smaltimento del residuo
FUTURO L'inceneritore si farà perché fuori regione non vogliono più i nostri scarti

IANESELLI “Il territorio che lo ospita dovrà avere adeguate compensazioni”
FUGATTI "Inceneritore, va fatto al più presto"

Ambiente / L'allarme

Gestione rifiuti in Trentino, è emergenza per lo smaltimento del residuo e degli ingombranti: tariffe per i cittadini destinate a crescere

Vengono al pettini i nodi della carenza di programmazione degli ultimi anni e si prosegue con soluzioni temporanee, compreso l'export fuori provincia, in attesa del previsto nuovo impianto che però non sarebbe pronto prima di sei-otto anni

FUTURO L'inceneritore si farà perché fuori regione non vogliono più i nostri scarti
IANESELLI “Il territorio che lo ospita dovrà avere adeguate compensazioni”
FUGATTI "Inceneritore, va fatto al più presto"
IL ROGO Il pauroso incendio alla discarica di Trento nord