Salta al contenuto principale

Raccolta rifiuti a Trento:

da gennaio già 821 multe

per conferimento scorretto

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 58 secondi

Sono state 821 le violazioni all’art. 5 del Regolamento per la raccolta integrata dei rifiuti urbani accertate a Trento, da gennaio ad ottobre, dal personale di Dolomiti Ambiente in collaborazione con gli agenti di quartiere e personale dell’ufficio del Nucleo operativo ambientale della Polizia locale.
Circa l’80% delle violazioni ha riguardato l’esposizione dei sacchetti azzurri o dei contenitori per le frazioni dei rifiuti raccolti con il servizio porta a porta nei giorni diversi da quelli previsti dal calendario predisposto da Dolomiti Ambiente.

A seguito di controlli con mezzi di videosorveglianza, attivati dopo la segnalazione dei cittadini, è stata multata con 600 euro una persona sorpresa ad abbandonare uno scatolone contenente rifiuti vari tra cui bottiglie in plastica, contenitori per liquido antigelo in un’area di servizio di un distributore di carburanti in tangenziale.

Un altro intervento che ha richiesto varie settimane di indagini ha riguardato lo sversamento di liquido in un piazzale di Trento nord con un’autobotte di proprietà di una ditta locale. Al termine delle indagini due persone sono state denunciate per gestione di rifiuti speciali non pericolosi non autorizzata. Per evitare l’azione penale gli indagati hanno pagato una somma di 6.500 euro.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy