Valsugana / La tragedia

Levico, un uomo trovato morto in casa: forse vittima del monossido di carbonio. Parla il sindaco Beretta

L'allarme in centro storico è scattato verso la mezzanotte: la vittima è Sandro Gabrielli, 56 anni, persona nota in città. In corso le indagini per accertare le cause del dramma, che sarebbero legate all'impianto di riscaldamento

 
LEVICO. Tragedia ieri notte a Levico Terme: un uomo è stato ritrovato senza vita nel pavimento di casa: a lanciare l'allarme i vicini di casa, poco prima di mezzanotte.
 
Inutili i ripetuti tentativi di rianimare l'uomo, messi in atto dal personale di Trentino Emergenza.
 
La vittima, riferisce la TgrRai, è Sandro Gabrielli, 56 anni, residente a Levico, dove era molto conosciuto e lavorava nell'ambito del Progettone.
 
Abitava in centro storico, proprio davanti al vecchio cinema, in vicolo delle Rocche.
 
Secondo una prima ipotesi, Gabrielli sarebbe morto a causa delle esalazioni di monossido di carbonio provocate forse dalla caldaia dell'impianto di riscaldamento, ma su questo aspetto sono in corso gli accertamenti.
 
Sono intervenuti anche i vigili del fuoco di Levico e i carabinieri di Borgo Valsugana che indagano sulle cause precise dell'incidente.

Il monossido di carbonio (CO) è un gas inodore e incolore, sostanzialmente non percepibile, che provoca la morte quasi immediata di chiunque lo respiri.
 
Si tratta di un prodotto di combustione emesso da caldaie, motori a benzina, fornelli, stufe, generatori, lampade a gas, oppure che brucino carbone o legno.
Spesso la causa di incidenti anche letali sono caldaie difettose con cattiva combustione o utilizzate senza assicurare la necessaria aerazione dei locali ed espulsione del monosssido di carbonio tramite i canali di fumo.
La buona ventilazione è fondamentale per evitare rischi nei luoghi che ospitano caldaie o anche semplici piani di cottura.
 
L'accumulo di monossido di carbonio in spazi completamente o parzialmente chiusi può provocare la morte per avvelenamento di persone e animali presenti.
In commercio sono disponibili speciali rilevatori che danno l'allarme nel caso di concentrazioni a rischio nell'ambiente domestico.
comments powered by Disqus