Salta al contenuto principale

Skiarea Alpe Cimbra: si lavora senza sosta

Dopo il maltempo è una corsa per riaprire

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 47 secondi

Gli eventi atmosferici che hanno colpito il territorio dell’Alpe Cimbra a partire da domenica hanno provocato ingenti danni anche alla Skiarea di Folgaria e Lavarone.
Dalla furia del vento e conseguente caduta degli alberi, sono state colpite alcune seggiovie, tapis-roulant e cannoni per l’innevamento.
Da subito la macchina organizzativa di Folgariaski e Lavaroneski si è attivata con tutti i mezzi a disposizione per valutare i danni e definire gli interventi necessari.
«La preoccupazione è elevata ma faremo tutto ciò che è nelle nostre possibilità per garantire il normale svolgimento della stagione invernale», afferma Flavio Bertoldi, presidente di Lavaroneski.
«Ci aspettano settimane di duro lavoro ma la nostra priorità è essere pronti ed in ordine con tutta la skiarea per fine novembre! Sappiamo di non essere soli e di poter contare sulla fattiva collaborazione e sostegno della Provincia Autonoma di Trento», afferma Ivan Pergher, Presidente della Skipass Folgaria e Lavarone.
Sono già all’opera aziende specializzate nella rimozione degli schianti boschivi.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy