Trento / Viabilità

Ecco come le cantine Ferrari modificheranno la provinciale 90: a Ravina ci sarà un nuovo tracciato

Anche una rotatoria e una ciclabile previste dalla variante dell'arteria che va verso Ravina: sarà pronta in autunno. Tra le opere previste nell'accordo con Comunee Provincia anche uno spazio verde attrezzato per la comunità

di Lorenzo Basso
TRENTO. Entro il prossimo autunno sarà pronta la variante della strada provinciale 90 verso Ravina, che correrà a margine del nuovo spazio sotterraneo delle cantine Ferrari, completa di una nuova rotatoria all'altezza di via della croce e di una pista ciclopedonale immersa nel verde.

Lo ha comunicato nei giorni scorsi l'ingegnere Alessandro Lunelli, intervenendo nell'ambito di una seduta della Commissione urbanistica del Consiglio comunale di Trento convocata dal presidente Alberto Pedrotti (Patt) per fare il punto sullo stato dell'arte dei lavori.

A quanto riferito da Lunelli, terza generazione della famiglia di imprenditori trentini, l'intervento di ampliamento delle cantine, frutto di un accordo tra pubblico e privato che ha coinvolto il Comune e la Provincia, sta procedendo spedito, e sono in fase di posa delle colonne ottagonali e delle travi a botte che sosterranno la copertura del nuovo locale interrato destinato all'affinamento del vino.

Una volta completato il lavoro, l'intera area verrà ripristinata a vigneto di pregio, in modo tale da azzerare completamente l'impatto ambientale dell'intervento di ampliamento.

«I lavori sono iniziati a marzo del 2021 - ha spiegato Lunelli - e, nel giro di pochi mesi, l'area attualmente interessata dal cantiere sarà nuovamente interrata, con una copertura di un metro e 25 centimetri di terreno per il ripristino del vigneto. Il nostro obiettivo è realizzare in superficie un'area didattica particolarmente curata e bella da vedere, costeggiata dal nuovo sedime della Sp90, che verrà in questo modo allungata di 127 metri rispetto al tracciato attuale.

A margine, separata dalla carreggiata da una fascia di verde della larghezza di almeno un metro, vi sarà il tracciato ciclopedonale, largo quattro metri, per consentire il passaggio in sicurezza e contemporaneo di ciclisti e pedoni».

L'accordo, che ha permesso l'ampliamento necessario alle cantine Ferrari in relazione alla necessità di aumentare gli spazi produttivi, anche in relazione ai nuovi prodotti lanciati sui mercati negli ultimi anni, favorirà, secondo Lunelli, un abbattimento dei flussi di traffico connessi allo spostamento delle bottiglie verso magazzini esterni, ridurrà i rischi connessi alla viabilità della zona (in particolare sugli incroci) e comporterà una valorizzazione del territorio della circoscrizione di Ravina, con un miglioramento del paesaggio.

Inoltre, è previsto un futuro declassamento della strada provinciale, in vista di una riduzione ulteriore del traffico sull'arteria stradale.
Tra le opere previste nell'accordo, infine, vi è la realizzazione di uno spazio verde attrezzato per la comunità, con arredo urbano e strumenti per gli esercizi fisici, collegato direttamente con la pista ciclopedonale.

Secondo le tempistiche previste dall'ingegnere responsabile per l'opera, i lavori per la nuova cantina e la viabilità dovrebbero finire nel luglio di quest'anno, in modo tale da completare le procedure di trasferimento delle proprietà (con la cessione all'ente pubblico del nuovo sedime stradale e l'acquisizione di quello attuale) entro la fine dell'estate.

comments powered by Disqus