Salta al contenuto principale

Ianeselli sfida Fugatti: "Le mascherine mettiamole sempre, facciamolo per gli anziani e per chi lavora negli ospedali"

Dal sindaco un invito a non ascoltare l'ordinanza della Provincia

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 4 secondi

«Una mascherina può davvero fare la differenza. Gli esperti ce l’hanno detto e ripetuto: mettiamola sempre, in tutte le occasioni, per impedire al virus di circolare. In fondo, tra tutte le limitazioni di questi mesi, quella di indossare la mascherina non è stata certo la più pesante, tanto che ormai ci abbiamo fatto l’abitudine. Con il tasso di contagi ancora alto, il numero di ricoverati in terapia intensiva in crescita e il grido d’allarme lanciato solo ieri dagli infermieri ormai allo stremo, proteggere noi stessi e gli altri è un dovere che costa poco ma ha un ritorno altissimo.

Quando usciamo di casa, mettiamo la mascherina. Sempre.

Facciamolo per chi combatte contro il virus negli ospedali. Per gli anziani e per i soggetti vulnerabili. Per tenere sotto controllo i numeri della pandemia e consentire così alle attività economiche di restare aperte. Se siamo più responsabili, siamo più forti. #scaccoalvirus». Lo ha scritto sulla sua pagina Facebook il sindaco di Trento, Franco Ianeselli. Un invito alla cittadinanza all’indomani dell’annuncio della Provincia di Trento, Maurizio Fugatti, che ha «ammorbidito» alcune precedenti disposizioni, fra queste l’obbligo di indossare la mascherina sempre al di fuori dell’abitazione. Si dovrà indossare solo in presenza di più persone.

LEGGI ANCHE: Ordinanza di Fugatti, via all'obbligo di mascherina all'aperto

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy