Salta al contenuto principale

Sicurezza: la questura

promette nuove operazioni

alla Portela e Santa Maria

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 49 secondi

Per prevenire i fenomeni di microcriminalità lamentati dai cittadini ed esercenti della zona di via Prepositura, piazza della Portela e piazza Santa Maria Maggiore, a Trento, il questore Giuseppe Garramone ha annunciato che «nei prossimi giorni e settimane ci sarà un ulteriore sforzo, attraverso operazioni ad alto impatto, anche con l’ausilio del Reparto prevenzione crimine, volto alla prevenzione e repressione dei reati, al fine di restituire ai cittadini residenti il giusto senso di serenità e sicurezza».

Oggi si è tenuto al Commissariato del governo di Trento, presieduto dal prefetto Sandro Lombardi, il Comitato di coordinamento delle forze di polizia che ha discusso della questione.

Dopo aver raccolto le segnalazioni di disagio del comitato dei cittadini, il questore Garramone ha sottolineato «il costante e proficuo impegno di tutte le forze di Polizia che nelle zone segnalate da molto tempo stanno svolgendo un lavoro intenso e proficuo di controllo del territorio, anche straordinario e di attività investigative per il contrasto specie dello spaccio di sostanze stupefacenti».

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy