Salta al contenuto principale

Mercatino di Natale: c'è il bando

in concessione 3 piazze e 2 vie

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 7 secondi

Nell'ultimo giorno utile della (ormai) passata legislatura, la giunta comunale ha approvato il bando per l'organizzazione del mercatino di Natale di Pergine.

Una decisione che era nell'aria, come aveva dichiarato Nadia Delugan, vicepresidente del Copi (Consorzio Operatori Pergine Iniziative) domenica scorsa: la situazione sanitaria in continua evoluzione e problemi di fondi già mettevano in forse l'organizzazione del mercatino stesso, ed ora con il bando la formula di «Perzenland» è ancora più in forse. «Dobbiamo ancora leggere il bando -spiega Delugan- e discuterne in consiglio di amministrazione. Prenderemo una decisione solo dopo questo passaggio».

I tempi sono molto stretti (poco più di un mese e mezzo per la data di inizio previsto dal bando) e dunque il Natale perginese quest'anno è molto incerto.

L'avviso pubblico per ricercare interessi nell'organizzazione del mercatino di Natale si inserisce sulla scia di quanto accaduto a Trento con la vicenda giudiziaria che ha avuto per protagonista Agostino Carollo: il Comune di Pergine sosterrà il progetto vincitore con un contributo massimo di 15 mila euro, mentre tutte le altre spese dovranno essere sostenute dall'ente vincitore del bando, che prevede l'organizzazione del mercatino di Natale, del «Natale per i bambini» (manifestazioni ed iniziative pensate esclusivamente per i più piccoli) e di iniziative di contorno; ai fini del punteggio verrà considerato anche il coinvolgimento delle associazioni locali, le modalità di veicolazione della campagna promozionale. La spesa minima ammissibile a contributo dovrà essere quantificata in almeno 19 mila euro.

Potranno presentare richiesta di partecipazione al bando enti associativi e di cooperazione tra i cittadini, iscritti al registro comunale delle associazioni (associazioni, fondazioni ed altre istituzioni di carattere privato dotati di personalità giuridica, nonché associazioni non riconosciute, cooperative e comitati), oppure operatori economici e consorzi: in ogni caso i partecipanti dovranno sostenere di aver prestato un servizio analogo negli ultimi 5 anni in Comuni con popolazione superiore a 7 mila abitanti.

Verranno date in concessione Piazza Fruet, Piazza Municipio, Vicolo Cerri, Via Pennella, Piazza Serra (area fronte Sala Maier), per il quale verrà richiesto il pagamento della tassa di occupazione di suolo pubblico, dove saranno allestite le casette (da un minimo di 10 a massimo 25) affidate a operatori che espongono oggetti a tema natalizio e tipici del territorio, così come prodotti enogastronomici tipici del Trentino, della Valsugana e dalla Valle dei Mocheni. Saranno previste, come nelle edizioni precedenti, casette per le associazioni. Il mercatino dovrà svolgersi nell'arco temporale compreso tra sabato 14 novembre e mercoledì 6 gennaio 2021: sarà cura dell'organizzatore presentare il calendario dei giorni e orari di apertura, fermo restando che il mercatino dovrà necessariamente essere aperto nei giorni di sabato e domenica.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy