Alto Adige / L'incidente

Valle Aurina, muore escursionista travolto da una valanga: era rimasto ore sotto la neve sul monte Spicco

L'allarme è scattato verso le 19.30 di ieri, 3 febbraio: la vittima è un trentenne recuperato in serata dalle squadre di soccorso. Allerta meteo per le raffiche di vento, pericolo valanghe forte (grado 4 su 5)

TRAGEDIA Arianna Sittoni di Pergine vittima di una valanga
RECUPERO Monte Cristallo (Belluno): 35enne estratto vivo sotto la neve

TRENTO. È morto questa mattina, dopo essere stato ricoverato in gravi condizioni all'ospedale di Brunico ieri sera, un uomo che è stato travolto da una valanga, rimanendo sepolto varie ore nella neve.

Il dramma durante un'escursione sul monte Spicco, in valle Aurina, Alto Adige.

L'allarme è scattato verso le 19.30 del 3 febbraio, quando i familiari dell'escursionista, un trentenne residente in zona, hanno allertato i servizi di emergenza perché il giovane non aveva fatto rientro a casa.

Subito sono scattate le ricerche, che hanno visto impegnati soccorso alpino, vigili del fuoco carabinieri e guardia di finanza: il ferito è stato recuperato e trasferito a valle verso le 22.

Il trentenne era stato ricoverato d'urgenza al vicino ospedale di Brunico, in val Pusteria, in terapia intensiva, dove questa mattina ha cessato di vivere.

Il monte Spicco, sulle Alpi di Zillertal, è una cima alta 2.517 metri.

In questi giorni il pericolo valanghe indicato dai bollettini ufficiali è forte, livello quattro (rosso) su una scala di cinque, come si può vedere nel relativo servizio Euregio.

Particolare prudenza, dunque, per chi va in montagna: si invita a evitare attività a rischio, come lo sci fuori pista.

Ad aggravare la situazione e il pericolo di valanghe è il vento, che anche oggi sarà forte, con possibilità di raffiche fino a centro chilometri orari.

Nella fascia settentrionale dell'Alto Adige sono attese anche nevicate, che a loro volta accrescono il pericolo.

La popolazione, dunque, è invitata alla prudenza: il Comune di Merano, per esempio, suggerisce di non sostare nelle vicinanze di cose che potrebbero cadere a causa del vento forte, alberi compresi.

[foto di archivio]

IL LUOGO


Visualizza mappa ingrandita

comments powered by Disqus