Salta al contenuto principale

Filippo Degasperi propone
un'area camper alle Viote

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 10 secondi

«La pochezza e l'inconsistenza delle strategie e delle iniziative adottate dal Centrosinistra per rivitalizzare il Monte Bondone può essere certificata da una semplice visita» dice Filippo Degasperi , consigliere provinciale e candidato sindaco di Onda Civica per Trento.

«Tra i tanti ambiti dimenticati, negletti, direi quasi osteggiati» sostiene Degasperi «c'è il turismo itinerante. Il mondo e il mercato dei camper è in costante crescita e rappresenta una fetta di ospiti con altissima capacità di spesa. Fino a qualche anno fa esisteva un campeggio a Mezavia, risolutamente chiuso senza offrire alcun tipo di alternativa. O meglio, l'alternativa dimostra che proprio i turisti in camper in Bondone non si vogliono (e l'abbandono dell'area Zuffo mi pare sia una testimonianza più che sufficiente)».

Per Degasperi non si spiega altrimenti «la colata di asfalto stesa alle Viote senza alcun tipo di servizio o cura della qualità. Anche da interventi semplici come questo si può partire per far tornare le persone a godere del Monte Bondone. Trasformiamo una parte del tristissimo parcheggio delle Viote in area sosta con tutti i crismi: fondo naturale, colonnine per l'acqua e l'elettricità, ombra e spazio per vivere l'aria buona. Un analogo ragionamento può essere riprodotto anche per il parcheggio della funivia a Sardagna che in parte, vista anche la facilità con cui è possibile arrivare in centro città, potrebbe essere adattato risultando molto appetibile ai camperisti se dotato di servizi e spazi adeguati. Pochi soldi, altissima resa».

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy