Salta al contenuto principale

Risse, spaccio e minacce:

il Questore chiude un circolo

e una sala giochi

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 41 secondi

Il questore di Trento, Giuseppe Garramone, ha disposto la chiusura per un mese di un circolo privato a Trento nord e, per due settimane, di una sala giochi situata nel centro storico, dove si erano verificati episodi di spaccio di sostanze stupefacenti, danneggiamento, rissa, lesioni e minacce.

«Essere intervenuti con celerità nei confronti del circolo privato e della sala giochi con i poteri previsti dal testo unico delle leggi di pubblica sicurezza - sottolinea Garramone - dimostra che esistono i mezzi e le capacità per riportare nell’alveo della correttezza anche quelle situazioni potenzialmente pericolose per l’ordine pubblico».

I controlli hanno inoltre interessato gli addetti alla sicurezza utilizzati negli esercizi pubblici hanno dimostrato - fa sapere la questura - una formale correttezza nella gestione del personale e relative abilitazioni e iscrizioni necessarie per svolgere questo compito.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy