Salta al contenuto principale

Santa Croce, la lenta agonia

della "fiera delle scale"

senza più neanche le scale

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 28 secondi

Pochissime bancarelle, poca gente, forte vento e qualche problema ad aprire gli ombrelloni dei banchi: la tradizionale "Fiera della Santa Croce" di Trento, un tempo la "fiera delle scale" perché numerosi produttori di scale in legno per l'agricoltura le piazzavano contro il muro del Duomo, è ormai un ricordo del passato. Oggi, complice anche il tempo decisamente incerto, la fiera vede meno di 50 banchetti di ambulanti, in gran parte stranieri. Resistono in piazza Duomo i venditori di piante e fiori, mentre su via Belenzani ci sono sostanzialmente le stesse bancarelle del mercato settimanale del giovedì.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy