Salta al contenuto principale

Jessica, morta nello scontro

in A22, era una campionessa

di pattinaggio artistico a rotelle

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
4 minuti 30 secondi

Non ce l’ha fatta Jessica Ponzoni, atleta 25enne di Valsamoggia, nel Bolognese, che era rimasta gravemente ferita in un incidente stradale giovedì sulla A22 del Brennero, all’altezza di Rovereto nord.

La giovane era una campionessa di pattinaggio artistico a rotelle, atleta di punta della nazionale.


È morta nel reparto di rianimazione dell’ospedale Santa Chiara di Trento, dove era stata ricoverata in condizioni disperate. Era alla guida di una Toyota Yaris, rimasta schiacciata fra un tir che aveva rallentato per un cantiere e un’altra auto che è sopraggiunta alle spalle e l’ha tamponata, facendo finire l’utilitaria addosso al mezzo pesante. Tra i riconoscimenti nazionali e internazionali che aveva ottenuto, ci sono due medaglie di bronzo nei campionati europei di pattinaggio artistico.

Tre anni fa, in un incidente sempre sull'A22, poco distante dal luogo del tragico tamponamento di giovedì, avevano perso la vita due giovani pattinatrici torinesi, che rientrava da una gara svoltasi a Merano e morirono in uno scontro all'altezza di Mattarello.

«Oggi ci ha lasciato una nostra giovanissima concittadina in un tragico incidente stradale - ha scritto su Facebook il sindaco di Valsamoggia Daniele Ruscigno - Jessica aveva vestito la maglia della Nazionale Italiana portando sui gradini più alti d’Europa i colori del pattinaggio crespellanese. Stava per iniziare una nuova avventura come allenatrice della Polisportiva Valsamoggia pronta a trasmettere tutta la sua passione per lo sport a nuove generazioni di atleti. Alla sua famiglia e ai suoi cari le più sentite condoglianze in questo terribile momento».



Anche la Polisportiva Valsamoggia ha scritto un messaggio: «Trovare le parole è sempre difficile, soprattutto quando viene a mancare una ragazza giovane con un’intera vita davanti.
Jessica è cresciuta nelle fila del Pattinaggio Crespellano e stava per entrare nello staff del settore per aiutarci con le nostre ragazze e i nostri ragazzi. Da parte di tutti noi, sentite condoglianze alla famiglia e un abbraccio enorme a tutti quelli che la conoscevano».

«Una terribile notizia. Il primo pensiero va alla famiglia, alle prese con una perdita così grave. Jessica era nel pieno della vita, un’atleta di grande valore, due volte sul podio ai campionati europei, pronta ora ad allenare ragazze e ragazzi con altrettanta passione per lo sport. Un esempio e un insegnamento. Esprimo le più sentite condoglianze ai suoi cari, a cui mi stringo insieme all’intera comunità regionale, e vicinanza al Comune di Valsamoggia», ha scritto il presidente dell’Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini.

Jessica Ponzoni aveva vestito la maglia azzurra della nazionale italiana, vincendo due medaglie di bronzo nei Campionati europei di pattinaggio artistico. Era prossima a diventare allenatrice della Polisportiva Valsamoggia, dopo essere cresciuta nelle fila della Pattinaggio Crespellano.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy