Salta al contenuto principale

Il Comune di Rovereto

dichiara guerra ai ratti

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 27 secondi
Rovereto stanzia poco meno di novemila euro per fare la guerra ai topi. «L’amministrazione comunale - spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Giuseppe Graziola - è da sempre impegnata in interventi di derattizzazione da espletare in aree, strutture e pertinenze di proprietà del Comune con l’obiettivo di controllo ed eliminazione degli eventuali disagi segnalati dai cittadini. Gli interventi nel corso degli anni subiscono variazioni in aumento o in diminuzione a seconda dello sviluppo biologico della popolazione murina o dell’andamento stagionale». 
Di prassi sul territorio vengono posizionate delle trappole nei luoghi più frequentati. Le postazioni di controllo sul territorio quest’anno comprendono la derattizzazione programmata delle seguenti strutture: Giardini Italia, Giardini Milano , Parco di Santa Maria, ciclabile Lungo Leno Destro e Sinistro, il Centro Tennis Baldresca e l’area per il Tiro con l’arco, l’area cantiere comunale Ex Ati
«Oltre a questi interventi programmati, sono previsti interventi puntuali» sottolinea Graziola. 
I trattamenti puntuali avvengono in edifici di proprietà del comune di Rovereto ed in aree pubbliche nel territorio comunale come aree verdi, parchi urbani, giardini pubblici, aiuole, cimiteri, lungo le strade cittadine, nelle caditoie stradali e ove sia ritenuto necessario. Gli interventi effettuati negli anni scorsi hanno riguardato soprattutto le aree limitrofe e di pertinenza degli opifici dismessi, prima del loro abbattimento (ex Alpe ed ex Macello su tutte). Oggi evidentemente, senza più «ecomostri» da colonizzare, ratti e pantegane preferiscono i parchi pubblici. 
Per procedere con l’affidamento del servizio di derattizzazione ad una ditta esterna, affidamento che si rinnova di anno in anno, si deve approvare il disciplinare tecnico, dopodiché si procede con l’attivazione della procedura di gara e successiva assegnazione del servizio di derattizzazione, mediante il Mercato elettronico della pubblica amministrazione.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy