L’omicidio / Le indagini

“Fausto Iob assassinato”, gli accertamenti non si fermano: i punti ancora da chiarire

Si chiama David Dallago il boscaiolo di Predaia arrestato per l'omicidio del custode forestale. In carcere Il boscaiolo 37enne di Predaia è sospettato di omicidio volontario e furto. Il corpo senza vita era stato rinvenuto il 5 giugno scorso nelle acque del lago di Santa Giustina,

LA SVOLTA Un boscaiolo noneso arrestato dai carabinieri
LE INDAGINI Diciotto colpi sulla nuca: così è stato ucciso Fausto Iob
LA TRAGEDIA Trovato morto nel lago il custode dell'orso di San Romedio
STORIA Bruno (l'orso) e Fausto (custode): l'Apt racconta la loro amicizi

CUNEVO. Gli accertamenti sull'omicidio di Fausto Iob, custode forestale, non sono terminati. I punti da chiarire sono tanti, a partire dalle cause della morte, se il decesso sia sopravvenuto per i traumi alla testa o per annegamento nel lago di Santa Giustina, dove sarebbe stato gettato il corpo dopo l'aggressione. C'è un'ordinanza e c'è un indagato che si trova in carcere, ma siamo sempre nella fase delle indagini preliminari.

Le indagini dei carabinieri dell'aliquota operativa di Cles e del nucleo investigativo provinciale proseguiranno, anche con la collaborazione preziosa degli esperti del Ris, i carabinieri del Reparto investigazioni scientifiche.

La svolta nelle indagini sulla morte di Fausto Iob: arrestato un boscaiolo della val di Non

Clamorosa svolta nelle indagini relative alla morte del custode forestale Fausto Iob, trovato morto nel lago di Santa Giustina il 5 giugno scorso: i carabinieri hanno arrestato un uomo, un boscaiolo.



Questi ultimi, che saranno a Trento nei prossimi giorni, avranno il compito di analizzare gli abiti sequestrati all'indagato e di verificare gli attrezzi da lavoro che sono stati trovati nella disponibilità di David Dallago. I carabinieri, che hanno perquisito sia la casa in cui l'uomo vive con la moglie e la bimba sia l'azienda, si sono concentrati sugli attrezzi che potrebbero essere compatibili con le ferite scoperte sul corpo della vittima.

L'ultima parola spetterà agli specialisti del Ris.

Tutto sull’Adige in edicola

comments powered by Disqus