Salta al contenuto principale

Arriva l'ok politico,

La Sportiva può ampliarsi

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 9 secondi

La Giunta provinciale ha approvato con modifiche la variante al piano regolatore generale relativa all'accordo urbanistico in località Ischia tra Comune e l'azienda La Sportiva che vuole ampliarsi.
Le modifiche introdotte consistono nello stralcio di un tratto di viabilità pubblica in località Ischia al fine di consentire l'espansione verso est, su un lotto artigianale adiacente, dell'attività produttiva esistente per realizzare un unico lotto produttivo. Nello specifico le varianti 1 e 2 prevedono la trasformazione rispettivamente da strada locale di progetto ad area produttiva di interesse locale e da strada locale esistente ad area produttiva di interesse provinciale.
«Dall'analisi condotta all'interno di tale verifica è emerso - scrive nella deliebra la Giunta provinciale - che in considerazione della loro portata rispetto al quadro ambientale di riferimento...il Comune, nella deliberazione di adozione preliminare della variante, ha dato atto che non sono previsti mutamenti di destinazione d'uso dei beni gravati da uso civico. Tale parere richiede che i contenuti della variante vengano integrati secondo le osservazioni di merito esposte nel testo del medesimo. Nella valutazione si evidenzia che l'interesse pubblico che giustifica l'accordo urbanistico coincide principalmente con il mantenimento in essere e il potenziamento dell'attività produttiva della società La Sportiva, considerata di assoluto rilievo per la realtà economica locale».
Il Servizio, pur non rilevando particolari controindicazioni sotto il profilo urbanistico, ha espresso la necessità di rivedere la riconfigurazione dell'ambito produttivo e il nuovo assetto viabilistico di accesso in relazione all'efficacia degli interventi rispetto la riorganizzazione delle funzioni previste all'interno dell'area.
«Inoltre le osservazioni formulate nella valutazione richiedono alcune integrazioni delle condizioni fissate all'interno dell'accordo urbanistico, la correzione delle incongruenze riscontrate nei contenuti del documento di verifica di assoggettabilità per quanto riguarda la coerenza esterna delle previsioni di variante, l'aggiornamento della cartografia rispetto alle previsioni viabilistiche adottate e della relazione illustrativa con la descrizione delle varianti cartografiche introdotte. Il parere infine richiama la valutazione nel complesso positiva espressa dal Servizio Industria, artigianato, commercio e cooperazione della Provincia interpellato sulla variante per gli aspetti di competenza, e, sotto il profilo dei vincoli preordinati alla sicurezza del territorio, l'obbligo per gli strumenti urbanistici di assicurare il rispetto dei piani provinciali approvati in materia rinviando ad essi per la verifica delle richieste di trasformazione urbanistica ed edilizia».
Con lettera del 21 dicembre 2017, è stato trasmesso all'Amministrazione comunale il parere del Servizio Urbanistica e Tutela del Paesaggio. Il Comune, preso atto delle valutazioni provinciali, con deliberazione consiliare del 25 gennaio 2018 ha provveduto alla definitiva adozione della variante in argomento evidenziando che nel periodo di deposito della stessa non sono pervenute osservazioni; la documentazione di variante definitivamente adottata è pervenuta alla Provincia in data 26 marzo.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy