Salta al contenuto principale

Jumper sbaglia atterraggio

e finisce appeso a un pino

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
3 minuti 3 secondi

Un atterraggio sbagliato conclusosi fortunatamente senza conseguenze fisiche per il protagonista.

È quanto accaduto ieri mattina poco dopo le nove nella «mecca» dei jumper di tutto il mondo che si danno appuntamento sulla cima del monte Brento per poi lanciarsi nel vuoto. Uno di loro, un uomo di 40 anni della provincia di Parma, ha calibrato male la zona di atterraggio ed è finito «corto» sulla vegetazione sottostante rimanendo appeso penzoloni su un pino ad un’altezza di circa 10 metri da terra.

Una persona che ha visto tutta la scena ha dato l’allarme e nel giro di pochi minuti sono arrivati sul posto Vigili del Fuoco volontari di Dro e personale del Soccorso Alpino di Riva del Garda con in testa il comandante Danilo Morandi che ha provveduto personalmente al recupero dell’uomo calandolo alla base dell’albero. Il jumper è fortunatamente risultato illeso.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy