Salta al contenuto principale

Delta a corrente alternata ma vincente

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 54 secondi

In una giornata di campionato molto particolare, con numerosi rinvii, non perde concentrazione e focus la Delta Informatica Trentino. Su uno dei campi più ostici dell'intero campionato, come quello del PalaScoppa di Soverato, contro le ex Mason, Repice e Bortoli, la formazione di Matteo Bertini non si fa sorprendere ed esce dalla bolgia calabrese in un modo più unico che raro. L'incredibile accade al tiebreak quando, sotto 13–8, le gialloblù non hanno più sbagliato un colpo e vinto la frazione 13–15 con Berasi al servizio. 

Una prestazione con molti alti e bassi per la formazione trentina giunta in terra calabra non al top della forma fisica ma vinta soprattutto grazie all'enorme dimostrazione di forza mentale. 
Starting six della Delta Informatica con Kosekova al palleggio, Piani opposto, Melli e D'Odorico laterali, Furlan e Fondriest al centro e Moro libero. Bruno Napolitano rispondere con la trentina Bortoli in regia, Chausheva improvvisata opposto, Quarchioni e Mason laterali, Repice e Caneva al centro e Gibertini libero. 
Pronti via e ci pensa il turno al servizio al salto di Melli a far allungare le gialloblù: parziale di sette punti con anche due ace diretti (8–8, 8–15). Le padrone di casa provano a dimezzare lo svantaggio ma sono due muri trentini, prima con Furlan su Caneva e poi con Piani su Chausheva, a chiudere la prima frazione di gioco (16–25).

Cambia le carte in tavola l'allenatore calabrese Napolitano inserendo Botarelli schiacciatrice al posto di una troppo fallosa Quarchioni. La mossa risulta vincente perché l'inizio è tutto bianco–rosso Soverato (3–1). Il ginocchio della ex Vittoria Repice, a Trento nella stagione 2015–2016, fa un movimento molto brutto ed è costretta ad abbandonare il terreno di gioco sulla barella. Soverato inizialmente accusa il duro colpo morale con due muri consecutivi di Furlan su Caneva e Botarelli (11–14) ma poi ha la bravura di girare il set in proprio favore grazie ad una molto efficace Botarelli (19–15). L'ace finale di Riparbelli, subentrata proprio per Repice, conclude la frazione (25–21). 
Bortoli si affida soprattutto a Botarelli e il primo break porta proprio la firma di quest'ultima (3–1). La riscossa trentina non si fa attendere ed arriva grazie al muro di Furlan su Chausheva (5–6). Melli prima gioca sulle mani del muro avversario e subito dopo invece è brava a non farsi giocare sulle proprie mani ma realizzare il muro vincente (6–9). D'Odorico al servizio realizza un break di tre lunghezze e la Delta Informatica Trentino mette ufficialmente la freccia nel parziale (10–18). La pipe di Mason si ferma sul nastro e capitan Fondriest mette a segno l'ace del +11 (11–21). Chiude il set il pallonetto di Furlan ben servita da Kosekova (14–25). 

Come nel set precedente l'inizio è tutto in favore delle calabresi. Botarelli realizza il break con l'ace e obbliga Bertini a cambiare in cabina di regia inserendo Berasi per Kosekova (7–5). Dopo un super attacco di Piani da seconda linea sale in cattedra Chausheva che, con tre punti consecutivi, un muro e due ace porta Soverato sul massimo vantaggio nel set (15–11). Due punti finali di Chausheva portano la sfida al decisivo tiebreak (25–19). 
Tie break che ha dell'incredibile, Soverato parte forte giocando una pallavolo composta e molto efficace portandosi sul +5 (13–8). Quando i giochi sembravano chiusi Bertini si gioca Berasi al servizio e mai cambio fu più azzeccato. La palleggiatrice del Bleggio mette a segno una serie in battuta che ha dell'inverosimile tanto da realizzare il parziale di 7–0 grazie anche alle miracolose difese di Moro e contrattacchi di Piani e Melli (13–15). La Delta Informatica espugna il PalaScoppa di Soverato ed ottiene la diciassettesima vittoria consecutiva.

 

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy