Salta al contenuto principale

L'Italia del Mancio va: tris in Grecia

e prima fuga verso l'Europeo

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 10 secondi

Un 3-0 rotondo ad Atene lancia l'Italia di Roberto Mancini in fuga per la qualificazione a Euro 2020. Barella, Insigne e Bonucci firmano nel giro di 10' la vittoria preziosa su una Grecia in disarmo, ma pur sempre potenziale rivale per i due pass europei del girone. Soprattutto, il risultato chiude il cerchio della crescita costante disegnata con abile mano dal ct della rifondazione. Nel giorno in cui la Bosnia cade a Tampere con la Finlandia, gli azzurri assestano un colpo che potra' risultare gia' decisivo nella corsa all'Europeo.

L'Italia è a punteggio pieno dopo tre giornate, greci e bosniaci arrancano cinque lunghezze indietro; la piu' vicina e' la Finlandia (-3) gia' battuta dagli azzurri nell'andata, tra tre giorni allo Juve Stadium Mancini potra' davvero ipotecare un posto al prossimo torneo continentale, battendo la Bosnia. I numeri intanto parlano chiaro: tre vittorie su tre, 11 gol fatti e zero subiti. Anche la crisi realizzativa dei primi mesi sembra lontana. Per il resto, il ct azzurro si gode la serata di maturita' dei suoi ragazzi, e i segnali positivi lanciati da Belotti, al quale è mancato solo il gol, Emerson, Barella e Insigne. Il caldo e il finale di stagione non hanno regalato un match dai ritmi altissimi, ma l'autorita' con la quale il centrocampo a tre Barella-Jorginho-Verratti ha tenuto la partita e la facilità con la quale si sono trovati i gol sono un innegabile segno di crescita.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy