Salta al contenuto principale

Le scarpe di Michael Jordan

vendute a 517mila euro

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 3 secondi

Un paio di scarpe «Air Jordan 1» autografate e usate da Michael Jordan in partita, all’epoca in cui giocava (e vinceva) nei Chicago Bulls, è stata venduta all’asta da Sotheby’s per 560mila dollari, pari a 517mila euro.

È un record per ciò che riguarda i cimeli del basket e non solo, e batte i 437.500 dollari pagati a luglio dell’anno scorso per un altro paio di scarpe, le «Moon Shoes», preparate ma non utilizzate sempre per il numero 23 dei Bulls.
Il primato di oggi conferma l’ondata di follia e di «Jordan Mania» scatenatasi dopo che è cominciata la messa in onda del documentario in dieci puntate «The Last Dance» sull’epopea dei Bulls e del loro fuoriclasse, trasmesso negli Usa da Espn e da Netflix nel resto del mondo. Le scarpe andate all’asta oggi, il primo modello che Nike creò appositamente per Jordan, partivano da una cifra di base di 150mila dollari (circa 138mila euro) che quindi è stata quasi quadruplicata.

A cedere il prezioso cimelio, seppur a malincuore, è stato il collezionista Jordan Geller, che ha altri oggetti del miglior giocatore di basket di ogni tempo, «ma ho deciso di cedere questo perché credo sia il più prezioso che potesse essere messo sul mercato. Certo ora tutti sono impazziti per Michael».

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy