Salta al contenuto principale

La Spagna campione del mondo

batte l'Argentina di 20 punti

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 14 secondi

La Spagna è campione del mondo. La squadra allenata da Sergio Scariolo ha sconfitto l’Argentina per 95-75 nella finale dei mondiali di basket. Alla Wukesong Sport Arena di Pechino è grande festa per le ‘furie rossè che dominano in lungo e in largo la finale iridata e conquistano il secondo successo della loro storia, bissando quando accaduto nel 2006, in Giappone, quando gli iberici demolirono la Grecia. Una partita che di fatto si decide già nei primi minuti di gioco: al 5’ infatti la Spagna è già avanti 14-2, un avvio terribile per Campazzo e compagni che però piano piano riescono a trovare la via del canestro. Gli iberici però, sul finire del primo quarto, spingono nuovamente sull’acceleratore e allungano sul 23-14. L’Argentina, a cui non basteranno i 24 punti di Gabriel Deck, è alle corde e si ritrova sotto anche di sedici punti nel secondo quarto (16-31), ma arriva alla sirena lunga sotto di dieci (31-41).

Nel secondo tempo Ricky Rubio (20 punti, 7 rimbalzi e 3 assist) e compagni regalano momenti di basket champagne e mettono il punto esclamativo sul successo finale allungando sul più diciannove (47-66) a dieci minuti dal termine. L’ultimo quarto è pura accademia, l’Argentina esce comunque a testa altissima dalla rassegna iridata ma questa sconfitta fa il paio con quella capitata nel 2002 con la Jugoslavia, negli Stati Uniti. Per trovare l’unico successo dei sudamericani bisogna risalire alla prima edizione iridata: nel 1950, a Buenos Aires, i padroni di casa sconfissero gli Usa. Oggi, invece, la festa è solo spagnola.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy