Salta al contenuto principale

Piazza Duomo invasa di «sardine»

oltre 6 mila persone alla protesta

tra canti, cartelli e abbracci - VIDEO E FOTO

Come sappiamo quanti erano? Ecco il calcolo

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
5 minuti 30 secondi

 

AGGIORNAMENTO - Al grido di «Trento non abbocca» oltre 6 mila sardine trentine si sono date appuntamento questo pomeriggio in piazza Duomo. Giovani e meno giovani, studenti e lavoratori, per la maggior parte muniti di sardine auto-costruite con i materiali più disparati. Lorenzo Lanfranco, uno degli organizzatori e fondatore del gruppo Facebook trentino ha detto dal palco: «Questa piazza é una bellissima prova di partecipazione, che é uno dei nostri principi fondamentali. Poi c’é il rispetto, quello che troppo spesso vediamo essere assente in certa politica. Noi siamo contro l’odio e contro chi al dialogo contrappone violenza fisica e verbale. E qui, in qualche modo, stiamo facendo politica». Alla manifestazione é intervenuto anche Claudio Bassetti, presidente di Cnca Trentino - Alto Adige, poi Serena Naim, ex lavoratrice dell’accoglienza e Achille Nicola Serra, dell’Asd Intrecciante. In tutti e tre gli interventi é stato ricordato il valore della solidarietà e dell’inclusione.


 Piazza Duomo a Trento si sta riempiendo, in questo momento, per la prima manifestazione ufficiale del movimento delle «Sardine» in Trentino. Stanno affluendo molte persone, ma altre sono ancora in cammino nel centro storico, numerose provenienti dalle valli e da Rovereto con il treno.

«L’unica regola è non portare simboli e bandiere di partito», diceva l’altro giorno Lorenzo Lanfranco, uno degli organizzatori del gruppo «Sardine per Trento» con Lisa Schivalocchi, Marta Pelizzaro e Alissa Sech.
Si prevedeva che a scendere in piazza fossero migliaia di persone, e si scommetteva sul raggiungere almeno quota 2 mila. Diecimila, del resto, sono gli iscritti al gruppo Facebook creato il 20 novembre, e in duemila avevano confermato (virtualmente) la partecipazione già alcuni giorni prima.

Lo slogan ufficiale della manifestazione era «Il Trentino non abbocca», diventato anche l’hastag social su Facebook e Twitter.

«Vogliamo creare la piazza più bella d’Italia: vogliamo che piazza Duomo si riempia di gente di ogni età e di ogni colore, tutti stretti come sardine per dire no all’odio», proseguiva Lanfranco. «Le adesioni sono totalmente trasversali: ci sono uomini e donne, giovani e anziani. Persone comuni, e non solamente di sinistra: si tratta di sardine diverse tra loro, con opinioni e pensieri differenti ma che si riconoscono in determinati valori e quindi non riconducibili a un’unica sfera politica».

Non ci sarà il cosiddetto “microfono aperto” ma una scaletta di interventi che va completandosi in queste ore. E poi le canzoni: faranno da colonna sonora l’immancabile «Bella ciao», «La libertà» di Giorgio Gaber ed «Europa canta» che è un mix con l’Inno d’Italia, omaggio alla nostra Repubblica, l’Inno alla gioia in omaggio all’Europa e l’Inno al Trentino, per sottolineare il valore dell’Autonomia aperta all’Europa e al mondo.

Trento si vuole aggiungere dunque a Bologna, Milano, Rimini, Taranto e tante altre città dove le sardine hanno riempito le piazze contro il sovranismo e la politica rappresentata dal leader della Lega, Matteo Salvini.

L'INIZIO DELLA MANIFESTAZIONE (video Matteo Lunelli) 

LA PIAZZA PIENA (video Matteo Lunelli)

 

LA PIAZZA CANTA "BELLA CIAO" (vieo Alessio Coser) 

LA PIAZZA CANTA "FRATELLI D'ITALIA" (vieo Matteo Lunelli)

GUARDA LA FOTOGALLERY: Le sardine in piazza a trento 


IL SOBRIO COMMENTO DI ALESSANDRO SAVOI, CONSIGLIERE PROVINCIALE DELLA LEGA


 

 IL LEGHISTA MORANDUZZO E LA FOTO DELLA PIAZZA VUOTA (Ma è alle 17,30)

Leghisti scatenati a commentare sui social, soprattutto usando questa fotografia, che anche il consigliere Devid Moranduzzo utilizza: si vede la piazza mezza vuota. Ma è scattata mezz'ora prima della manifestazione.

 


PERCHE' C'ERANO 6 MILA PERSONE IN PIAZZA


 

Abbiamo preso la superficie di piazza Duomo da Google Maps. Questi sono 2.000 metri quadrati (e siamo bassi perché alcuni angoli nella mappa sono esclusi e gente ce n'era)
Calcolando (sempre bassi) 3 persone per metro quadro siamo a 6.000. Solitamente le persone in una piazza si calcolano a 4 per metro quadro. 

 

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy