Salta al contenuto principale

Due senatori positivi al virus

Sospesi i lavori parlamentari

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 40 secondi

Due senatori del gruppo M5S, a quanto si apprende da fonti di Palazzo Madama, sono risultati positivi al Covid-19. Come da protocollo tutti i membri del gruppo pentastellato si stanno sottoponendo a tampone naso-faringeo.

I due senatori non erano presenti - hanno partecipato in videocollegamento - all'assemblea congiunta dei parlamentari di M5S.

In quell'occasione, in ogni caso, senatori e deputati non si riunirono nella stessa sala: i membri di Palazzo Madama erano in una sala della Biblioteca del Senato in Piazza della Minerva, i deputati erano nell'Auletta dei gruppi di Montecitorio.

Saltano le sedute delle commissioni del Senato convocate oggi. Si tratta di una misura precauzionale dopo che due senatori del Movimento 5 stelle sono risultati positivi al Covid. Secondo quanto si apprende, la sospensione potrebbe estendersi a domani. In questa settimana non sono previste sedute in Aula ma solo nellle commissioni.

In particolare, sconvocate tutte le commissioni, la Giunta delle elezioni e delle immunità del Senato prevista alle 12 e il Consiglio di presidenza in programma nel pomeriggio. Le misure sono state disposte da Palazzo Madama per prudenza, dopo che due senatori del M5s sono risultati positivi al coronavirus.

«Speriamo che il Senato non si blocchi a causa Covid, ma sarebbe il caso di riprendere il dibattito sul lavoro a distanza del Parlamento, preparando decisioni opportune nel segno della prudenza e del dovere di funzionamento degli organi costituzionali. Prudenza e responsabilità», scrve su Twitter il capogruppo Pd in Commissione Affari Costituzionali della Camera, Stefano Ceccanti.

«Sono in assoluto isolamento in Sicilia e appena ho avuto l'esito del tampone, ho avvertito il mio gruppo seguendo le procedure».

Lo riferisce Francesco Mollame, uno dei due senatori del M5s risultati positivi al coronavirus, raggiunto al telefono dall'Ansa. «Ho i classici sintomi, dalla febbre a 39 a difficoltà di respirare e parlare. Potrei stare meglio e in questo caso non è affatto una battuta», ha aggiunto precisando poi di non aver partecipato neanche in videocollegamento alla all'ultima assemblea congiunta dei parlamentari 5Stelle, perché aveva già la febbre. 

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy