Salta al contenuto principale

Monopattini, guida pratica:

tutto quello che dovete sapere

per circolare in sicurezza

Chiudi
Apri

Pedrotti @ladige

Tempo di lettura: 
3 minuti 28 secondi

Casco obbligatorio per i minorenni, ma niente assicurazione.
Non più di 0,5 kW di potenza e velocità massime di 25 chilometri orari che scendono a 6 nelle aree pedonali.
È una guida passo passo - o meglio, ruota ruota - quella diffusa nei giorni scorsi dal Comune, dopo i casi di alcuni cittadini sanzionati per l’utilizzo scorretto di monopattini o skateboard elettrici e hoverboard.

Il vedemecum, approntato dall’Ufficio educazione stradale del comando della polizia locale del capoluogo, rende chiare le normative in vigore per l’utilizzo di questi veicoli, che si stanno diffondendo sempre di più.
L’amministrazione ha deciso di diffondere le ?istruzioni per l’uso? dopo che nei mesi scorsi c’erano stati incidenti anche gravi che avevano coinvolto proprio persone che sis spostavano in monopattino e poche settimane dopo il clamoroso caso dello studente universitario bresciano che, fermato in via San Francesco d’Assisi, aveva rimediato sanzioni per quasi 1.200 euro e la decurtazione di 15 punti della patente.
Dopo che lo studente aveva manifestato tutta la sua amarezza - e la convinzione di essere stato sanzionato ingiustamente, poi smentita dall’attento esame delle normative - numerose erano state le segnalazioni di casi analoghi, anche se fortunatamente non così ?sanguinosi? per i sanzionati, giunte anche alla stessa amministrazione.
Il Comune ha così deciso opportunamente di fare chiarezza su norme ancora fumose, visto anche l’arrivo recente sul mercato di questi veicoli, ormai molto diffusi, ma riguardo ai quali il Codice della strada spesso non ha potuto che adattare norme preesistenti.
Ecco dunque che lo studente sanzionato aveva scoperto a sue spese - e a sanzione irrogata - che il proprio skateboard elettrico era in tutto e per tutto paragonabile a un ciclomotore.
Cosa non può circolare.
La guida del Comune chiarisce innanzitutto quali ?nuovi veicoli? non possano in alcun modo circolare sul territorio comunale. Possono cioè essere utilizzati solo su strade e fondi privati: le monowheel (una ruota alimentata da un motore elettrico con ai lati sostegni per i piedi del conducente), hoverboard e anche i segway. Se li usate in strada, multa sicura perché non si può.

Monopattini: dove sì e dove no
Attenzione: i monopattini elettrici non possono circolare ovunque, ma solo lungo strade urbane con limite di velocità di 50 chiloemtri orari (e dove è consentita la circolazione dei velocipedi); lungo le strade extraurbane ma soltanto se è presente una pista ciclabile, che è da utilizzare; nelle aree pedonali urbane dove è consentita la circolazione delle biciclette. È sempre vietata ai monopattini la circolazione sui marciapiedi.

Caratteristiche costruttive.
I monopattini elettrici sono equiparati alle biciclette. Possono avere un motore elettrico dalla potenza nominale continua non superiore a 0,5 Kw (500 w); non devono avere posti a sedere, devono essere dotati di un campanello e un regolatore di un regolatore di velocità con configurazione massima di 25 chilometri orari (se in grado di sviluppare velocità superiori ai 20 orari) o a 6 orari nelle aree pedonali.
Chi può utilizzarli.
Il conducente deve aver compiuto 14 anni e se ha meno di 18 anni deve usare un casco. Non è richiesta la patente di guida e nemmeno l’assicurazione, anche se la polizia locale consiglia l’attivazione di una copertura assicurativa di responsabilità civile verso terzi.
Attenzione alle ore serali e notturne.
Per non incorrere in sanzioni i conducenti devono condurre a mano i loro monopattini - qualora siano sprovvisti di dispositivi di illuminazione - da mezz’ora dopo il tramonto a mezz’ora prima dell’alba, e di giorno, qualora le condizioni atmosferiche richiedano l’illuminazione. I conducenti devono poi indossare il giubbotto o le bretelle retro-reflettenti ad alta visibilità nelle ore notturne o di scarsa visibilità.

E gli skateboard elettrici?
Sono equiparati ai monopattini elettrici in quanto acceleratori di movimento non equiparabili a veicoli a motore. Certo, se soddisfano i requisiti richiesti per i monopattini in quanto a potenza e velocità. Nel caso in cui abbiano potenze superiori ai 0,5 kW il divieto di circolazione lungo le strade pubbliche è totale.
Il modello su cui si stava spostando il giovane che era stato sanzionato, era poi risultato più potente del consentito. Per questo gli agenti codice alla mano l’avevano equiparato in tutto e per tutto ad un ciclomotore con i relativi obblighi di immatricolazione, assicurazione e così via.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy