Salta al contenuto principale

Scialpinista trentino travolto

da una valanga in Val d'Ultimo:

è salvo dopo un'ora nella neve

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 52 secondi

È vivo e in buone condizioni nonostante abbia passato un'ora nelle nave, lo scialpinista trentino che è stato travolto ieri mattina da una valanga in val d’Ultimo. Il trentino di 53 anni - Flavio Giovannini di Trento - è stato trasportato dall’elisoccorso all’ospedale di Merano ed è stato sentito dai carabinieri.

L’incidente si è verificato nei pressi della cima Orecchia di Lepre, una vetta di 3.257 metri del gruppo Cevedale-Ortles. L’uomo, che faceva parte di una comitiva di tre scialpinisti, è finito sotto la valanga di una lunghezza di oltre 500 metri. Sul posto sono giunti i due elicotteri Aiut Alpin Dolomites e Pelikan 2 con gli uomini del soccorso alpino della Guardia di finanza e del Bergrettungsdienst. 

Già dall’aria i soccorritori hanno visto spuntare uno sci dalla neve. Appena atterrati hanno liberato l’uomo che era coperto dalla neve. Quando è stato estratto era cosciente, ma è stato trattenuto in ospedale per il pericolo derivante dallo stato di ipotermia. 

Giovannini è molto noto nell'ambiente: insieme a Maurizio Belli di Sopramonte, è stato recentemente protagonista di una spedizione in Alaska. 

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy