Salta al contenuto principale

Reddito di cittadinanza

per 7.200 in Trentino

Importo medio: 360 euro

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 40 secondi

A fine dicembre dello scorso anno erano 3.419 le domande di reddito o pensione di cittadinanza accolte nel complesso, praticamente allo stesso livello delle domande respinte giunte a quota 3.403. Tra le domande ancora in lavorazione troviamo 1.104 pratiche, mentre in totale si tratta di 7.926 domande arrivate all’Inps da residenti nella nostra provincia. Si tratta dello 0,5% del totale presentato a livello nazionale. Il numero delle domande presentate nella vicina Bolzano, dove il sistema privilegiato dalla Provincia sudtirolese per dare un sostegno alle persone in difficoltà è quello locale, è circa un decimo di quelle trentine. A Bolzano infatti a fine dicembre si registravano 844 domande in totale di cui 438 accolte e 301 respinte.

Per quanto riguarda i nuclei interessati dal reddito e della pensione di cittadinanza, i trentini coinvolti a fine dicembre erano in totale  3.008 con 7.222 persone in totale beneficiate di un importo medio mensile di 360,17 euro.

La cifra è frutto di 2.636 nuclei familiari che ottengono il reddito di cittadinanza con 6.828 persone beneficiate per un importo mensile medio di 391,61 euro e 372 famiglie che ottengono la pensione di cittadinanza per 394 persone coinvolte e un importo medio mensile di 157,18 euro.

A livello nazionale, 1,6 milioni di nuclei hanno presentato una domanda di Reddito/Pensione di Cittadinanza all’Inps: 1,1 milioni (67%) sono state accolte, 88 mila (5%) sono in lavorazione e 457 mila (28%) sono state respinte o cancellate.

Analizzando le domande pervenute per canale di trasmissione si evince che l’80% viene trasmesso dai Caf e dai Patronati e il 20% dalle Poste Italiane; quest’ultima percentuale sale al 31% se consideriamo le domande pervenute dalle regioni del Nord e scende al 15% per quelle pervenute dalle regioni del Sud e delle Isole.

Le regioni del Sud e delle Isole, con 911 mila nuclei (56%), detengono il primato delle domande pervenute, seguite dalle regioni del Nord, con 463 mila nuclei (28%), e da quelle del Centro con 268 mila nuclei (16%).

Quanto alla cittadinanza del richiedente la prestazione, nel 90% dei casi risulta erogata ad un italiano, nel 6% ad un cittadino extra-comunitario in possesso di un permesso di soggiorno, nel 3% ad un cittadino europeo.

I DATI NAZIONALI: NAPOLI AL TOP

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy