Borgo, affidato all'Ati Ediltione e Collini l'appalto delle elementari di via Temanza

La macchina amministrativa della Provincia di Trento non si è fermata neppure nei giorni scorsi, nonostante i gravi disagi provocati in tutte le zone dal maltempo. 
E mercoledì la commissione di gara per l’appalto delle nuove scuole elementari di via Temanza (nella foto, il rendering del progetto) ha terminato il proprio lavoro, ufficializzando l’aggiudicazione dell’attesa opera al raggruppamento temporaneo di imprese (Rti) formato tra Ediltione spa e Collini spa.
L’attribuzione è avvenuta dopo le verifiche rispetto alla congruità dell’offerta presentata dalle due imprese, verifiche che si sono concluse positivamente il 22 ottobre scorso. Le offerte economiche per l’esecuzione dei lavori erano state presentate da quattro Rti e il punteggio più alto, anzi pieno - di 100 su 100 - l’aveva ottenuto appunto il raggruppamento tra Ediltione spa e Collini spa, che sull’importo a ribasso di 4.632.150,84 euro, ha offerto uno sconto del 17.274% ottenendo l’en plein anche per la parte economica (30 punti), oltre che per quella tecnica (70 punti): primo nella graduatoria soggetta a valutazione della congruità delle offerte, sarà quindi questo il gruppo che realizzerà le nuove scuole.
Il raggruppamento tra Mak Costruzioni srl di Lavis- Stp srl ed Elettrica srl si è classificato secondo con un ribasso dell’8,013% e un punteggio di 89,006 (70 punti per l’offerta tecnica), mentre il raggruppamento Essepi srl - Mu.Bre. Costruzioni srl - Termoidraulica Zuppel sas e Giacca srl è terzo con un ribasso del 5,523% e un punteggio di 73,850 (60,750 per la parte tecnica). Infine, il Rti Battisti srl - Nerobutto srl - Ap Elettrica snc e Termoidraulica Parrotto srl è quarto con 62,922 punti (40 quello tecnico).
Ora, disposta l’aggiudicazione, serviranno alcune settimane per verificare che non sussistano altri motivi di esclusione delle ditte vincitrici: una volta aperto il cantiere, serviranno poi 504 giorni per realizzare la nuova scuola (nella foto, il rendering dell’ingresso) che sarà costruita in legno X-Lam e con criteri di alta efficienza energetica. 
Poco più di 1,4 milioni di euro è la spesa prevista per le strutture in legno, oltre 140 mila euro per gli impianti idrico-sanitari, oltre 19 mila euro per gli impianti elettromeccanici trasportatori, quasi 595 mila euro per gli edifici civili e industriali, 232.237 euro per le componenti strutturali in acciaio, 771.883 euro per gli impianti termici e di condizionamento.
Il progetto preliminare portava la firma dell’architetto Luca Perottoni di Rovereto, quello esecutivo è degli architetti Massimo Furlan di Borgo e Luca Oss Emer di Pergine
comments powered by Disqus