Salta al contenuto principale

Il ritorno all'ora solare

con spettacoli al Castello

fra oggi e domani

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 48 secondi

Nel weekend tra sabato 24 e domenica 25 ottobre 2020 il Castello di Pergine ospita due eventi organizzati dalla Fondazione CastelPergine: nella notte tra sabato 24 ottobre e domenica 25 ottobre alle ore 2.00 con il passaggio tra ora legale e ora solare si potrà vivere una notte di arte, musica e cultura ad un orario insolito con «L’ora che non c’è»; mentre domenica 25 ottobre ci sarà l’Ensemble Turchese in concerto.

«L’ora che non c’è» è un evento organizzato da Fondazione CastelPergine in collaborazione con ariaTeatro e - come suggerisce il titolo - si svolge proprio nel cuore della notte, alle 02, tra sabato 24 e domenica 25 ottobre nel cambio tra l’ora legale e quella solare.

Alle due di notte le cose accadono e piombano in un silenzio che non conosciamo. In questa notte, nel lasso di tempo misterioso che non esiste sull’orologio, in quest’ora che non c’è, le cose accadono tra le mura del castello di Pergine, lasciando una scia di suoni che riecheggiano fino all’alba. I suoni sono voci di strumenti musicali che mescolano le epoche, di danze e di personaggi che ritornano da qualche angolo della storia. Le visioni sono angoli di spazi che rivivono a pennellate sgargianti.

Gli artisti che interverranno quest’anno sono Adele Pardi (violoncello), Matteo Cuzzolin (sax), Lorenzo Morandini (danza), Sandra Cisterna (marionette), Raffaele Rebaudengo (viola e loopstation), Hybrida space (proiezioni).

Domenica 25 ottobre 2020 alle ore 18.00 sempre al Castello di Pergine, l’Ensemble Turchese si esibirà in concerto presentando i brani del progetto discografico SAFAR, la prima incisione dell’Ensemble. Il turchese era la principale gemma d’Oriente, sacro amuleto del Tibet, perla dei faraoni egiziani, così come la pietra celeste degli indiani d’America. Turchese è anche il colore che unisce sotto un unico cielo e sopra lo stesso mare musicisti provenienti da Asia, Americhe, Europa e Africa.

L’Ensemble è formato da Corrado Bungaro (viola d’amore a chiavi), Helmi M’Hadhbi (oud), Luca Degani (bandoneon), Angel Ballester (sassofoni), John Salins (percussioni).
I posti per entrambi gli eventi sono molto ridotti per rispettare tutte le norme di sicurezza anti-covid e per questo si consiglia la prenotazione a cultura@ fondazionecastelpergine.eu oppure l’acquisto online sul sito.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy