Salta al contenuto principale

Bimbo in casa, pentola sul fuoco

Rischia di restare intossicato

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 14 secondi

Ha rischiato davvero grosso un bimbo che ieri pomeriggio, nel Perginese, poco prima delle 15 è rimasto chiuso da solo in casa, in uno degli appartamenti del condominio Gretter, lungo la Statale della Valsugana nella campagna fra Pergine e San Cristoforo.

Proprio negli istanti in cui si trovava in casa senza nessun altro una padella lasciata sul fuoco dalla mamma ha iniziato a sprigionare un denso fumo che ha invaso tutta la casa, rendendo l’aria irrespirabile. La donna, incinta e impotente davanti a quanto stava accadendo, ha attirato l’attenzione dei vicini, che hanno allertato immediatamente i soccorsi.

Sul posto si sono quindi portate varie squadre di vigili del fuoco volontari di Pergine con l’autoscala, un mezzo polisoccorso e l’autobotte, che fortunatamente non ha dovuto intervenire. I sanitari sono stati mobilitati con un’autosanitaria e l’ambulanza di Trentino Emergenza.

I vigili del fuoco, dopo essere entrati in casa, hanno subito portato all’esterno il piccolo, che fortunatamente non mostrava segni di particolare sofferenza ed anzi era tranquillo assieme ai soccorritori. Si è invece reso necessario l’utilizzo degli autoprotettori per entrare in cucina e assicurarsi che dalla padella sul fuoco non fossero stati alimentati altri focolai: scongiurato anche questo pericolo, è stata azionata la ventola per spingere all’esterno il fumo rimasto in casa, mentre con il rilevatore i pompieri hanno verificato il livello di monossido di carbonio residuo.
Dopo che la situazione è tornata alla normalità, mamma e piccolo sono stati accompagnati in pronto soccorso per accertamenti precauzionali.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy