Salta al contenuto principale

Carollo la spunta a Lavis

organizzerà alcuni eventi

in programma per il Carnevale

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 51 secondi

Quello che non è riuscito a fare a Trento e Rovereto, per Natale, riuscirà a farlo a Lavis per Carnevale: toccherà infatti ad Agostino Carollo e alla sua Everness organizzare e gestire una parte degli eventi del Carnevale lavisano.
Il noto dj roveretano, infatti, si è aggiudicato il bando per l’organizzazione delle feste che, domenica 23 febbraio, terranno banco al PaLavis.

Un Carnevale 2020 che sarà a metà strada fra tradizione e innovazione, con la riproposizione di alcuni eventi ormai classici – a partire dalla Zobia Grassa, giovedì 20 – per arrivare alla nuovissima elezione del Re del Carnevale. Un vero e proprio concorso pensato dalla Pro Loco per la mascherina non solo più bella ma anche più “riciclona” e amica dell’ambiente, che sarà nominato Re per “regnare” poi sull’edizione 2021.

«Nel corso della Zobia Grassa poi – ha raccontato presentando il cartellone degli appuntamenti Paolo Scaramuzza, presidente della Pro Loco lavisana – oltre a restare sempre fedeli al nostro principio del Carnevale Riciclone, il percorso della sfilata dei carri partirà da via Peratoner per transitare poi in via Rosmini, Matteotti, Damiano Chiesa e ritorno poi in via Matteotti». Sempre nel solco della tradizione, giovedì grasso, grazie all’inesauribile presenza degli Alpini di Lavis e Sorni, maccheronata per tutti in piazzetta delle Suore Canossiane. Con l’obiettivo di far fuori tutti i 200 kg di maccheroni pronti per finire in padella. «Sia come Alpini sia come Asia siamo molto contenti di vedere sempre questo spirito ecologista nelle feste di Carnevale – ha aggiunto Giancarlo Rosa, presidente degli Alpini lavisani – anche quest’anno, quindi, si mangerà in piatti di ceramica con posate di ferro, tutto lavabile, e chi lo vorrà potrà portarsi il proprio piatto da casa».

Il calendario delle feste carnevalesche a Lavis, quindi, prenderà il via con la Zobia Grassa giovedì, mentre venerdì dalle 14.30 al PaLavis sarà la volta del “Carnevale dei Nonni” con una decina di case di riposo da tutto il Trentino che si ritroveranno in via S. Udalrico per festeggiare in maschera. Sabato la palla passa all’arte, con il primo musical messo in scena a Lavis, alle 20 quando al PaLavis la figlia di Eva Henger, Mercedesz, insieme a Serena Rigacci, porterà in scena la tradizionale fiaba della “Sirenetta”. Ingresso a pagamento, 15 euro e 5 il ridotto sulle tribune del PaLavis, 20 o 10 euro invece per assistere allo spettacolo davanti al palco.

«Domenica 23 febbraio, quindi, toccherà a noi – commenta Agostino Carollo – dalle 16 con il carnevale per famiglie con giochi ed attività per coinvolgere bambini e genitori. Con una sfilata delle mascherine, il karaoke mascherato e diverse sorprese, come ad esempio un dinosauro speciale... In serata poi, dalle 21 a mezzanotte, con ingresso a 5 euro, la festa “Paladisco mascherata” pensata per i ragazzi delle scuole medie, aperta però anche a tutti i giovani o gli adulti».

Sul palco a cantare anche Gaia e Luna, le due figlie di Agostino Carollo, il quale sottolinea come «tutti siano invitati a venire a ballare in maschera, per creare una bella serata in modo sano e coinvolgendo gli amici».
La regia di tutto questo cartellone è comunque dell’amministrazione comunale, con la Pro Loco come braccio operativo. «In questi cinque anni aver rivitalizzato il Carnevale è una delle maggiori soddisfazioni – dicono le assessore comunali Caterina Pasolli ed Isabella Caracristi – allargando i festeggiamenti anche ad altri eventi quali le feste per i ragazzi delle medie e gli anziani. L’obiettivo è proprio questo, far sì che il Carnevale a Lavis sia un evento davvero per tutti. Dai bambini agli anziani».

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy