Salta al contenuto principale

Sono 120 anni dalla «prima»

del Campanil Basso:

domani ricordo a Campiglio

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 7 secondi

Era il 18 agosto 1899 quando i due studenti universitari austriaci Otto Ampferer e Karl Berger compirono la loro ascesa al Campanil Basso passando alla storia come i primi salitori della famosa guglia delle Dolomiti di Brenta.

Quest’estate, dunque, non poteva mancare la celebrazione di questo anniversario alpinistico che si è svolta lo scorso 4 luglio tra il Basso e il rifugio Pedrotti-Tosa con la presenza dell’attore trentino Andrea Castelli che ha raccontato, sul palcoscenico roccioso del Brenta, l’ascesa dei due giovani alla vetta.

Domani (venerdì 23 agosto), alle 18.00 presso la Sala della cultura di Madonna di Campiglio, la commemorazione avvenuta il 4 luglio scorso sarà riproposta attraverso pensieri, parole, immagini e testimonianze per il pubblico appassionato della montagna e delle vicende alpinistiche.

Il moderatore dell’incontro sarà Rosario Fichera (giornalista di montagna). Interverranno, poi, le guide alpine di Madonna di Campiglio, Franco Nicolini (alpinista e guida alpina) e Mario Cristofolini (medico e alpinista).

Saranno inoltre proiettati i due filmati “Buon compleanno Campanil Basso” (che è il video della giornata di commemorazione) e “Campanil Basso 100 dopo” (lo spettacolo teatrale con Andrea Castelli ed Elena Nicolini).

L’incontro è organizzato e promosso dalla guide alpine di Madonna di Campiglio insieme alle aziende per il turismo Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena e Dolomiti Paganella.

     

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy