Salta al contenuto principale

Famiglia in ospedale

dopo un terribile schianto

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 25 secondi

A volte tra la vita e la morte è questione veramente di poco. Centimetri, a volte milimmetri, è sei salvo, basta poco è diventa una tragedia. Domenica sera due soli metri hanno fatto la differenza tra un incidente fortunatamente senza gravissime conseguenza e una vera e propria «strage».

Poco prima delle 22 un automobilista di circa 40 anni residente a S. Tomaso stava scendendo da Nago verso Torbole al volante della sua Chevrolet «Captiva» quando più o meno a metà del rettifilo che porta al trivio ha accusato un colpo di sonno ed è andato a sbattare violentemente contro il muretto in pietra e la sbarra d’acciaio che dovrebbero fungere da guard-rail per proteggere le auto dalla scarpata a fianco della sede stradale.

L’impatto è stato decisamente forte e la parte anteriore dell’auto è andata distruttura. Il conducente non si è fatto nulla di grave (comprensibile spavento a parte) mentre la moglie (46 anni) e le due figlie (rispettivamente di 18 e 9 anni) hanno riportato traumi e ferite che hanno richiesto l’intervento dell’ambulanza e il ricovero per accertamenti e cure al pronto soccorso di Arco.

Ma lo schianto di domenica sera poteva avere conseguenze ben peggiori. Se il colpo di sonno e la conseguente sbandata fossero arrivati due metri prima, in quel punto non c’è nessuna protezione e l’auto sarebbe precipitata lungo il pendio che fiancheggia la sede stradale.

Sul posto per i rilievi di rito gli agenti della Polizia Stradale di Riva del Garda, oltre ai Vigili del fuoco volontari di Riva per la pulizia sede stradale e al personale di Trentino Emergenza 118 di Arco. Trenta giorni di prognosi per la moglie in seguito alla frattura della clavicola, 5 giorni per le figlie e il marito che era al volante.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy