Salta al contenuto principale

Aquila, così sei bellissima

Gentile si esalta, Sassari ko

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
4 minuti 39 secondi

È destino che con Sassari si decida sempre all'ultimo secondo. A Trento era stato Jerrells a gettare nello sconforto i tifosi di casa e ieri sera è toccato ad Alessandro Gentile, con una zampata da campione, trovare la tripla di un successo meritato per l'Aquila. I sardi di Pozzecco sono sempre stati sotto e la vittoria sulla sirena è un vanto per una Dolomiti Energia veramente convincente. E Brienza è felice: «Incredibile finale ma lo meritavamo. Siamo stati più bravi ai rimbalzi, avendo anche extrarimbalzi, e abbiamo tenuto alta l'attenzione. Una partita importante, ben controllata dal primo minuto. Bravi a limitarli sul loro tiro da tre».

Coach Brienza, che ha festeggiato il compleanno con un gran regalo sull'isola, si affida allo starting five con il doppio play Forray-Craft, poi Ale Gentile, Kelly e Knox. Di fronte la seconda in classifica reduce da 9 vittorie e strepitosa in attacco. Si pregusta il duello tra il Gentile trentino e Pierre. Tripla di Spissu e Evans facilitano il 7-6 di casa, ma Craft indovina la bomba per il 9-7 dell'Aquila. L'approccio trentino non è male, il terminale è soprattutto Gentile mentre in difesa Knox e Kelly controllano Evans e Bilan.
Sull'11 pari dentro Mian e Pascolo. Subito dopo Blackmon che passa a Craft che mette una tripla, seguita da quella di Mian: 17-13. Spazio per Jerrells, quello che mise la tripla all'andata a Trento, all'ultimo secondo. Debutta il nuovo Coleby tra i sardi. Segna Pascolo da sotto e Pozzecco ferma il match, un time out in cui sgrida la sua squadra per una difesa ballerina. Un Banco "lumacoso" con scarse triple in transizione che sono il suo pane. Kelly in fiducia: è 23-17 con Bucarelli a replicare.

Poi Blackmon fa volare l'Aquila con un'altra tripla: 4 su 4 dall'arco. Ci sono in campo i fratelloni, i figli di Nando. Chiuso il primo quarto sul 26-19 per l'Aquila. Si riprende con Brienza che getta nella mischia Mezzanotte, stoppata di Knox poi in attacco vanno male i tiri di Forray e di Pascolo. Il pick and roll di Forray va a vuoto su Knox, sull'altro fronte è il Gentile di casa che riporta sotto Sassari sul 23-26. I sardi non hanno per ora la mano calda di squadra.

Pierre fallisce la tripla e Blackmon fa il mini 5 con arresto, palleggio e tiro in area. Un'Aquila pungente e più tonica contro i padroni di casa alla settima palla persa. Craft s'inventa una giocata magica da sotto e la Dolomiti Energia va a più 10: 33-23 a metà secondo quarto. È un match di sostanza da parte dei bianconeri finora. Sassari si dà una mossa anche in difesa, Pierre si scatena con una tripla e una rubata, poi Bilan subisce un fallo "fantasma" di Craft. Parziale di 7-0 e Sassari torna a meno 3. Craft serve Pascolo che incenerisce la retina poi sbaglia il contropiede. Trento è aggressiva, Knox da tre e l'Aquila vola 45 a 34 sotto gli sguardi increduli dei tifosi sardi. Knok fa 6 su 6 dal campo e arriva a 14 punti. Finisce il secondo quarto 45 a 37 con Blackmon che sbaglia una tripla e Michele Vitali invece la realizza.

Primo tempo da grande Aquila con 15 assist e una difesa dura. Rientro e Spissu centra la tripla del meno 5 e la difesa di casa ha cambiato volto con 3 palle perse da Trento. Gancio di Bilan del meno 3. Partita da mani addosso. Il "Poz" ha chiesto più energia. Kelly e Knox: +4. Tre liberi di Vitali a segno. Gentile resiste e così Bilan, Aquila sul 53-47. Trento è lucida, Pozzecco è un leone in gabbia. Un altro più 10. Kelly sposta Evans. Dominio aquilotto con Knox che sigilla i suoi 20 punti. Il miglior attacco del campionato è in ginocchio. Pascolo rimette l'Aquila a più 13. Blackmon e il chirurgico Mian con un più 8 per il 72 a 63. Ultimo quarto. Sassari tenta il miracolo. Pascolo è tornato una "piovra", la sua è una partitona. A rimbalzo l'Aquila è eccezionale. Parabola di Mian: +9. A meno 6'42 il palazzetto è una bolgia. Tira Gentile e Pascolo va al 5° rimbalzo offensivo. Si infiamma Jerrells, tiro e assist per la schiacciata di Coleby: -4. Tripla del capitano Forray, solita ciliegina. Poi stoppata di Ale su Stefano, i Gentile. Trento si è ripresa.

A meno 2'42 Pierre sbaglia la tripla e poi su palla persa il canadese va a segno da sotto. Aquila sopra 84-78. Ale Gentile cattura una palla fondamentale. Spissu a bersaglio da 3. Finale incandescente. Gentile sfonda su Spissu. Spissu ci riprova ma Bilan fa fallo. A 41 secondi Kelly mette i liberi. Tripla di Pierre. Meno 2 di una Sassari allo spasimo. Fallo su Kelly: un solo libero: 87-84. Vitali pareggia con la tripla su assist di Spissu. Craft passa a Gentile e come aveva fatto Jerrells a Trento ecco la bomba di tabella che spezza Sassari sul 90-87 ed evita l'overtime.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy