Salta al contenuto principale

AquiLab, la responsabilità sociale

secondo Aquila Basket

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 21 secondi

A soli quattro anni dalla sua nascita, per Fondazione Aquila per lo Sport Trentino, azionista di riferimento nonché soggetto depositario dei valori e dell'identità del club bianconero, è già arrivato il momento di diventare grande.

Nel corso di un workshop svoltosi sabato mattina presso la sala blu della sede Cavit di Ravina, è infatti stato presentato AquiLab, il laboratorio di progetti sociali e territoriali voluto dalla Fondazione per razionalizzare e dare ulteriore impulso a tutte le attività svolte da Dolomiti Energia Basket Trentino nell'ambito della scuola, del terzo settore e del mondo dell'associazionismo. Ad annunciare la nascita del nuovo soggetto è stato Giovanni Zobele, presidente della Fondazione, nel corso di una mattinata densa di contenuti che oltre all'illustrazione delle attività, degli obiettivi e della struttura del nuovo Laboratorio aquilotto - affidata agli interventi del direttore di AquiLab Massimo Komatz e dal coordinatore dei progetti di AquiLab Stefano Trainotti - ha proposto agli oltre cento partecipanti momenti di approfondimento sul rapporto tra sport, mondo del sociale e territorio grazie ai qualificati interventi di Ramon Garriga (Europe Projects Coordinator di Fundacio FC Barcelona), diCristiano Vezzoni (Professore all'Università di Milano), e di Federico Samaden (Dirigente Scolastico IFP Alberghiero Levico-Rovereto).

L'appuntamento, aperto dai saluti del presidente di Aquila Basket Luigi Longhi e del direttore di Cavit Enrico Zanoni, è stato infine l'occasione per fare il punto sul consolidamento della crescita dell'azionista di riferimento di Aquila Basket: in questo senso va letta la proposta di passare in Fondazione fatta ai consiglieri uscenti di Aquila Basket Diego Cattoni, Paolo Pretti e Pompeo Viganò.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy