Salta al contenuto principale

Le "sardine" trentine

si organizzano

e sono già oltre 2.300

Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 54 secondi

Anche le "sardine" trentine si stanno organizzando. Ed è stato costituito il gruppo pubblico su Facebook "Sardine per Trento", «un gruppo apartitico (ma non apolitico)» che questa mattina, in nemmeno un giorno, contava già circa 2.300 iscritti sul modello del manifesto anti sovranista e anti salviniano lanciato dal movimento delle sardine di Bologna

«Saranno ammessi tutti i post, - scrivono i promotori - a condizione che non contengano posizioni lesive contro persone o gruppi. Non sono consentiti quindi l'apologia del fascismo, l'omofobia o qualsivoglia comportamento riconducibile a forme di razzismo, come ci insegna la nostra meravigliosa Costituzione. Proibita la campagna elettorale per qualsiasi partito o candidato. Il linguaggio volgare, parolacce, offese non sono assolutamente permessi, così come non sono ammessi commenti che generano odio».

E ancora: «SARDINE UNITE. Benvenute a tutte le sardine che vorranno aggregarsi a questa avventura fantastica per contrastare la politica dell'odio e del disprezzo della diversità.
E' ora di SLegare questo Paese. #iltrentinononabbocca»

Tantissimi i messaggi con foto e manifesti ironici, come quello di Deborah Menestrina di Mori che ha giocato sul logo del Festival dell'Economia di Trento.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy