Salta al contenuto principale

Trasporti scolastici, tariffe

dimezzate dalla Provincia

per 35 mila famiglie trentine

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 59 secondi

Buone notizie per chi usa il trasporto pubblico: dopo la tessera gratis per gli anziani, la Provincia dimezza le tariffe per gli studenti. Diventa operativo infatti l'abbattimento delle tariffe del trasporto scolastico in Trentino. La giunta Fugatti (riunita a Giustino in val Rendena ieri) ne ha deciso il dimezzamento. Chi pagava la tariffa piena di 194 euro, ad esempio, dal prossimo anno scolastico ne verserà 97. La misura vale da elementari e superiori e - si stima - interesserà 35mila famiglie.
Altri benefici sono previsti per le famiglie che risiedono in Comuni di montagna, sopra i 500 metri: trasporti gratis per gli alunni che frequentano le elementari fuori dal Comune di residenza.
 Il provvedimento comporta un minore incasso per la Provincia pari a circa due milioni di euro per l'anno 2019 e seguenti.
 Due milioni di euro sono stati poi stanziati per aumentare da 3mila a 4mila euro la detrazione per il reddito femminile così da creare condizioni più favorevoli per le donne lavoratrici, come chiesto dai sindacati. Nel pacchetto di misure approvate nella seduta di Giustino anche un bonus per i ragazzi e le ragazze che frequentano corsi sportivi, dai 100 ai 200 euro a figlio

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy