Salta al contenuto principale

La Cina ha cambiato idea:

sarà d'ora in poi vietato

mangiare cani e gatti

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 45 secondi

Svolta in Cina, dove cani e gatti non potranno più essere mangiati. I migliori amici dell'uomo e i mici escono infatti entrambi per la prima volta dall'elenco ufficiale sugli animali che possono essere macellati e consumati, in cui restano 18 specie più tradizionali tra suini, bovini, ovini, pollame e cammelli. Il testo, diffuso mercoledì dal ministero dell'Agricoltura e degli Affari rurali, è nella sua fase di "consultazione aperta" al pubblico per suggerimenti e migliorie, ma già rappresenta una svolta maturata sull'onda della pandemia del Covid-19 e in forza del peso che gli animali da compagnia hanno guadagnato nella società, capaci di generare un giro d'affari annuo stimato tra i 20 e i 30 miliardi di dollari. La nuova lista chiarisce anche che il termine "bestiame" si riferisce agli animali che "sono stati addomesticati e fatti riprodurre per lungo tempo" al fine di ottenere prodotti come carne, uova e pelliccia oppure per fini medicinali e militari.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy