Salta al contenuto principale

Veneto ed Emilia dimezzano 

la capienza nelle discoteche

e impongono la mascherina

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 57 secondi

Nuova ordinanza della Regione del Veneto per contrastare il Coronavirus: il presidente Luca Zaia ha firmato un provvedimento - in vigore da domani Ferragosto - che affronta il tema discoteche.

Si parla dei locali già al momento attivi in Veneto perché dispongono delle caratteristiche per essere aperti sulla base delle norme anti-contagio decise nelle settimane dopo la ripresa.

L'ordinanza prevede che il numero massimo di persone che possono entrare non sia superiore al 50% della capienza massima normalmente autorizzata.

Include, inoltre, l'obbligo di indossare sempre la mascherina all'interno del locale, compreso durante il ballo, ammesso, va ricordato, solo in presenza di piste all'aperto.

Analoga stretta viene adottata da parte dell’Emilia-Romagna sulle discoteche per evitare un rialzo dei contagi di Sars-Cov2.

Una nuova ordinanza firmata dal presidente Stefano Bonaccini prevede di dimezzare la capienza per gli ingressi (sarà ridotta del 50%) e stabilisce l’obbligo di indossare sempre la mascherina.

Disposta anche la eventuale chiusura immediata del locale non appena accertate le infrazioni.

Il provvedimento è in vigore dalle 13 di domani, Ferragosto, e vale per quelle all’aperto ora in esercizio in regione. Quelle al chiuso infatti non hanno mai riaperto dopo il lockdown.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy