Salta al contenuto principale

Nuovo ospedale di Trento

Il Tar: appalto alla Pizzarotti

esclusa la Guerrato

Dopo 10 anni un'altra svolta, ed in arrivo altri ricorsi

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 46 secondi

Non è ancora finita: dopo dieci anni di ricorsi, gare d’appalto annullate, nuovi capitolati, la vicenda della costruzione del Nuovo Ospedale di Trento (Not) vede un nuovo colpo di scena (giudiziario).

Fuori Guerrato, vince Pizzarotti. I giudici del Tar, infatti, accogliendo il ricorso presentato dall’Impresa Pizzarotti spa, hanno ordinato alla Provincia di procedere con l’aggiudicazione provvisoria in favore di quest’ultima e hanno annullato la determinazione con cui, il 5 agosto 2020, era stata invece confermata la nomina della Guerrato quale soggetto promotore. Per i giudici, che bocciano senza mezze misure la rivalutazione fatta dalla Commissione tecnica, l’offerta economica della Guerrato non è coerente e presenta una «grave carenza», che ne avrebbe dovuto comportare l’esclusione.

Ma la sentenza non metterà la parola fine al contenzioso: l’impresa veneta, assistita dall’avvocato Dario Capotorto, sta già predisponendo l’appello al Consiglio di Stato. E, dunque, i tempi di realizzazione del Not tornano ad allungarsi.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy