Salta al contenuto principale

Un milione di euro alle scuole

per gli studenti bisognosi

di computer per video-lezioni

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 8 secondi

Un milione di euro per l’acquisto di dotazioni informatiche individuali per l’apprendimento in modalità FAD, la didattica a distanza, da destinare agli studenti del secondo ciclo del sistema educativo trentino, con particolare riferimento agli studenti meno abbienti: è lo stanziamento previsto per favorire e soprattutto garantire il diritto all’istruzione nell’attuale situazione di emergenza. Lo ha comunicato l’assessore all’istruzione Mirko Bisesti, per far fronte alle esigenze emerse a seguito della temporanea sospensione delle attività didattiche per il contenimento dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Per anticipare i tempi, già entro questa settimana saranno fornite alle scuole le indicazioni in merito ai finanziamenti loro assegnati ed alle modalità di acquisto delle dotazioni informatiche. Il provvedimento ufficiale sarà adottato con la Giunta della prossima settimana, prevista prima della Santa Pasqua.

Per gli istituti del primo ciclo sono già in corso assegnazioni analoghe grazie alla Fondazione Caritro e a Trentino Digitale ed a breve saranno messi a disposizione anche i fondi del PON.

«Nel minor tempo possibile siamo riusciti a rispondere a quest’emergenza. Ringrazio il dirigente generale Roberto Ceccato e la sovrintendente Viviana Sbardella ma, soprattutto, vorrei ringraziare tutto il dipartimento e l’assessorato» ha detto ancora Bisesti.

Sulla riapertura delle scuole, però, è ancora incertezza: il presidente Fugatti in conferenza stampa ha ricordato che bisognerà attendere indicazioni nazionali, e valutare l'andamento dell'epidemia nei giorni dopo Pasqua.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy