Salta al contenuto principale

Da quattro giorni non si trova

il disperso sul Pasubio:

oggi in volo anche l'elicottero

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 8 secondi

Purtroppo anche il quarto giorno di ricerche, sul Pasubio, non ha dato frutti. Sono ripartite questa mattina alle 8 le ricerche di Daniele, nel quarto giorno dalla segnalazione del suo mancato rientro da una camminata sul Pasubio. Dal campo base al Rifugio Balasso (poco sotto pian delle Fugazze e il confine trentino), dove il quarantaduenne di Montecchio Maggiore (VI) ha lasciato parcheggiata la propria auto, continuano a muoversi i gruppi in perlustrazione.

Fino ad ora alcune squadre hanno rifatto la zona del Monte Cornetto, approfondendo la salita e la parte bassa boscosa del Vaio Stretto, altre hanno ripassato i punti segnalati il primo giorno dalle unità cinofile molecolari, due unità cinofile stanno setacciando la fascia basale della Val Canale, mentre gruppi di soccorritori hanno visionato la zona di Malga Baffelan e il sentiero tra Campogrosso e Camposilvano.

Tre i droni in azione: uno sui canali del Cornetto, due lungo quelli sotto la Strada degli eroi. Intervenuto anche l’elicottero del Nucleo Vigili del Fuoco di di Trento che ha sorvolato il Pasubio utilizzando l’apparecchiatura di ricerca Recco.

Sono operative una cinquantina di persone del Soccorso alpino di Schio, coordinatore della ricerca, Padova, Arsiero, Asiago, Verona e Recoaro - Valdagno, nonché il Soccorso speleologico, della Protezione civile di Caltrano, Valle dell’Agno, Schio, Lugo, Cogollo, dei Vigili del fuoco. Le ricerche proseguiiranno fino al calare del buio.

 

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy