Salta al contenuto principale

Sulla strada tra Comano e Sarche

un pullman si schianta e se ne va

Viene rintracciato in autostrada ad Affi

 

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 45 secondi

Visti gli effetti della sbandata sul mezzo - vetro anteriore frantumato e specchietto rotto - risulta impossibile che il conducente del pullman non si sia accorto dell’incidente successo tra Comano Terme e Sarche.

Eppure, ha proceduto la marcia come nulla fosse. Ma una volta arrivato in autostrada, all’altezza di Affi, è stato fermato da un pattuglia della polizia stradale, che era stata allertata dalla polizia locale delle Giudicarie. Dovrà rispondere di avere provocato un incidente con danno alle cose e di guida contromano.

L’incredibile vicenda risale a sabato pomeriggio. L’autobus di una ditta emiliana, senza persone a bordo, stava percorrendo la strada statale 237 che da Comano porta a Sarche. La sbandata è successa nella galleria del Balandin. L’autista, all’uscita del tunnel, per cause da accertare, ha perso il controllo del mezzo, si è spostato sulla corsia opposto, andando a sbattere con un semaforo, distrutto e altra segnaletica stradale, pure danneggiata.

L’impatto è stato senza dubbio violento, come attestano le immagini del mezzo, con il parabrezza praticamente in frantumi e uno specchietto laterale saltato. Nonostante gli effetti dell’incidente, che per fortuna non ha coinvolto altri mezzi, l’autista non si è fermato ed ha proseguito il viaggio come nulla fosse.

Chi ha assistito alla scena, diversi automobilisti, e ha visto il caos causato ha dato l’allarme. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di zona, che hanno rimosso dalla strada i pezzi del semaforo rotto e della segnaletica. La polizia locale delle Giudicarie, coordinata dal comandante Carlo Marchiori, ha invece avviato subito le indagini per cercare di risalire al mezzo.

Dalle testimonianze raccolte e facendo una serie di verifiche, gli agenti sono riusciti a capire che si trattava di un pullman arrivato per portare dei turisti e che apparteneva ad una ditta emiliana.

A quel punto la polizia locale ha immediatamente diramato la nota di ricerca e sono state allertate le pattuglie della polizia stradale, in servizio sull’A22.

Il mezzo, molto danneggiato, è stato intercettato all’altezza del casello di Affi e fermato. Per quanto riguarda quanto successo in Trentino per l’autista scatteranno le sanzioni amministrative.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy