Salta al contenuto principale

Anche volontariato e solidarietà

hanno il loro mercatino di Natale

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 24 secondi

Giunto ormai alla nona edizione, è stato inaugurato in via Garibaldi a Trento il «Mercatino di Natale del volontariato e della solidarietà». Un'iniziativa tra le più importanti all'interno di «Trento città del Natale» che quest'anno vedrà protagoniste 57 associazioni, di cui 12 partecipano per la prima volta . Di queste 57 associazioni, sette provengono anche da fuori provincia.

Gli ambiti di attività sono vari e si va dai servizi sociali, la sanità, il settore dell'emarginazione e dei paesi in via di sviluppo, l'educazione e la formazione fino ad arrivare all'assistenza ai disabili, ai bambini e alla cura dell'ambiente.
«Il dato importante - ha spiegato l'assessore comunale Andrea Robol presente ieri mattina all'inaugurazione - è il numero elevato di associazioni alle quali siamo riusciti a dare la possibilità di farsi conoscere attraverso questo mercatino».

Fino al sei di gennaio i volontari e gli operatori delle associazioni e cooperative che partecipano all'iniziativa, potranno presentare la loro attività e far conoscere tutto il lavoro che viene svolto durante l'anno. In alcuni casi vengono anche offerti lavori realizzati a mano e prodotti promossi dalle associazioni per autofinanziarsi.

Ad essere presenti in questi giorni sono «Samten Choling», l'associazione con sede a Ravina che porta avanti la pratica del Dharma, «attraverso le azioni quotidiane di solidarietà e amore verso gli altri e anche con attività quali meditazione, preghiere di devozione, discorsi di Dharma ed esercizi di benessere», l'associazione «Le Fusa Onlus» impegnata a «diffondere una cultura basata sul rispetto della vita di tutti gli esseri viventi, e in particolare dei gatti», l'associazione «Kariba» che si occupa di cooperazione «in particolare in Somalia e in Mozambico, con lo scopo di promuovere la donna attraverso la formazione e il lavoro», la cooperativa «Alpi» che si occupa di «promozione umana e l'integrazione sociale - lavorativa di persone in situazione di svantaggio» ed infine «Libera contro le mafia» che si occupa «di sensibilizzazione e contrasto al fenomeno delle mafie».

Nelle prossime settimane le associazioni si alterneranno. «Noi arriveremo nei prossimi giorni - ha spiegato ieri Annalisa Ravagni dell'associazione "Artici le ali della Coccinella Onlus" - e il nostro obiettivo è quello di far conoscere la nostra attività di trasporto gratuito di anziani in tutta la provincia. È un'occasione per spiegare il servizio che ormai portiamo avanti da alcuni anni».

A prendere parte per la prima volta al «Mercatino di Natale del volontariato e della solidarietà» è anche l'associazione «Libera contro le mafie». «È un'opportunità bella e importante - ha spiegato la referente Chiara Simoncelli - per autofinanziarci, far conoscere tutti i nostri prodotti alimentari che arrivano dai campi confiscati alla mafia e per illustrare quello che facciamo offrendo materiale informativo». Anche quest'anno ci sarà la Lotteria della Solidarietà, grazie alla collaborazione con l'associazione Ora Veglia Onlus e il Consorzio Trento Iniziative che ha stampato 14 mila biglietti. Lo scorso anno il mercatino di via Garibaldi ha realizzato un ricavato di 35 mila 324 euro di cui quasi 7 mila derivanti dalla vendita di biglietti della lotteria.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy