Salta al contenuto principale

Isabella Turso, un pianoforte

fra Busta Rhymes e classica

che conquista su Youtube - VIDEO

Nuovo tassello del progetto Rapmaninoff della pianista trentina che si inserisce nel catalogo della label milanese Bluebelldisc

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 32 secondi

La pianista di Trento Isabella Turso conquista il web grazie al successo del suo ultimo singolo «Dangerous (Busta Rhymes Remix)».

Sta per toccare quota 40.000 visualizzazioni il videoclip del brano pubblicato dalla milanese Bluebelldisc, secondo tassello del progetto Rapmaninoff. Il pezzo porta avanti un discorso musicale che Isabella Turso ha iniziato con il brano «Get Busy» lanciato con un video che ha superato i 33.000 clic.

«Dangerous - racconta Turso - è una mia personale elaborazione di “Dangerous” del rapper americano Busta Rhymes. Con questo brano prosegue l’esperimento del progetto Rapmaninoff che mira ad avvicinare i temi della musica classica alle atmosfere urban del mondo hip hop».

Nel brano la voce di Busta diventa elemento ritmico: «Ho giocato con la sua metrica - spiega la pianista - inserendo temi nuovi e temi del passato come ad esempio quello tratto dal Concerto in Re per oboe e orchestra di Alessandro Marcello. In questo caso si tratta di un esperimento musicale che avrà vita unicamente sul mio canale YouTube».

Nella realizzazione del brano prosegue la collaborazione con il produttore Yazee (arrangiamenti ritmici e missaggio), con cui Turso ha già collaborato in «Get Busy» e Stefano Barzan, ingegnere del suono della parte pianistica, mentre The Buildzer ha firmato il mastering. Il video di Dangerous è stato girato a Milano, nel loft del videomaker e fotografo ufficiale della Bluebelldisc, Francesco Caracciolo: uno spazio artistico che è un punto di riferimento per la label della quale rappresenta il quartier generale in questi mesi di fermento produttivo per la riattivata etichetta. La scelta di girarlo tutto in una stanza nasce dall’esigenza di concentrare l’attenzione sull’interprete e il suo strumento, con immagini che scorrono rapide e montate strette in dialogo quasi coreico con la musica.

GUARDA IL VIDEO 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy