Provincia / Animali

L'orsa DJ3 in viaggio verso il parco nella foresta Nera. Animalisti furiosi: prelevata in segreto, una vergogna

Dopo dieci anni di reclusione al Casteller, il plantigrado troverà un nuovo habitat in un'oasi fanistica che ospita già un'altra orsa trentina, Jurka. Secondo gli attivisti si tratta solo di una mossa per liberare una gabbia nel recinto, in vista delle catture estive: "Chi sarà il prossimo orso rapito e recluso?"

IL RAPPORTO In Trentino un centinaio di orsi, i lupi sono altrettanti o anche di più
LA DENUNCIA Gli orsi rinchiusi al Casteller a Trento, il csa Bruno: sono tenuti in gabbia
IL VIDEO
Ecco come comportarsi se per caso si incontra un orso

 

TRENTO. L'orsa "trentina" DJ3 (nella foto), dopo dieci anni di prigionia a Trento, oggi viene trasferita in Germania, senza alcun preavviso ai media da parte della Provincia.

La notizia è stata diffusa nei social dall'Assemblea antispecista circa un'ora fa e successivamente è uscito un laconico comunicato di piazza Dante che ne dà conferma.

"DJ3 - si legge nel comunicato stampa provinciale diffuso alle 13.35 - è in viaggio verso la Germania DJ3, l'esemplare femmina di orso che stamani ha lasciato il centro faunistico del Casteler diretta al Parco alternativo per orsi e lupi di Worbis, dove è attesa in giornata.

Si tratta della stessa area, di circa 10 ettari, che ospita dal 2010 anche l'orsa Jurka.

Il trasferimento  è stato possibile grazie ai rapporti che l'Amministrazione provinciale da tempo ha instaurato con la "Fondazione per orsi" tedesca, così come con numerosi altri Enti ed organizzazioni internazionali che si occupano della gestione degli orsi".

Durissima la reazione della campagna animalista che si batte per la liberazione degli orsi detenuti nel recinto del Casteller a Trento (ne rimangono altri due, catturati recentemente): "Non abbiamo parole.

Dovrebbe bastare guardare questi occhi terrorizzati, eppure non basta.

Come da copione, di nascosto, ieri nella giornata della Liberazione, DJ3 ha lasciato l’Italia per essere rinchiusa a vita in uno zoo in Germania, lo stesso dove anni fa fu rinchiusa Jurka. È arrivata a destinazione questa mattina, né da notizia la pagina Instagram del Baerenpark".

Gli attivisti ribadiscono quindi le loro critiche alla gestione faunistica provinciale, che potrebbe essere migliorata all'insegna della convivenza serena fra esseri umani e animali selvatici: "Entrambe strappate alla loro libertà, Jurka, deportata dalla Slovenia e poi reclusa. E DJ3, nata in Trentino da Daniza, e reclusa da 10 anni al Casteller.

Solo pochi giorni fa l’assessora Zanotelli aveva presentato il Report della Pat sui grandi carnivori, a ridosso della sentenza che ha impedito di incarcerare anche JJ4.

E ovviamente si è ben guardata dal comunicare la data dello spostamento, che è stata scelta con sadica astuzia.

Ora, come nel piano di sterminio portato avanti da Fugatti, Zanotelli, Ispra, Coldiretti, allevatori e cacciatori, una cella è nuovamente libera al Casteller.

Chi sarà il prossimo orso rapito e recluso?

Troviamo a dir poco vergognoso che una amministrazione pubblica agisca in segreto, si rifiuti di sedersi a tavoli tecnici, rigetti istanze di accesso agli atti e sposti animali di nascosto, di notte".


Lo stesso parco tedesco che ospiterà l'orsa ha dato notizia del viaggio trentino: "Poco dopo le 9: la squadra operativa è al ritorno dal Trentino, Italia, con loro c'è l'orsa DJ3. L'uomo e gli animali stanno bene, il viaggio va secondo i piani

Verso sera DJ3 e la squadra arriveranno nella foresta Nera.

DJ3 è nata nel 2004 in Trentino. I genitori sono gli orsi Daniza e Joze, insediati nelle Alpi italiane nel quadro del progetto Life Ursus a metà degli anni '90.

Hanno contribuito a rendere Life Ursus uno dei progetti di reinsediamento più riusciti del mondo.

Joze è anche il padre di Bruno, che ha avuto una triste celebrità nel 2006: a due anni è stato ucciso in Baviera.

È stato il primo orso libero a tornare in Germania dopo l'eliminazione di oltre 170 anni fa.

Sua madre Jurka oggi vive nel parco alternativo Wolf e Orsi nella foresta Nera.

Dopo aver avvicinato più volte agli insediamenti umani nonostante le misure, DJ3 era stata catturata nel 2011.

Successivamente ha trascorso 10 anni in un recinto in Trentino.

Per risparmiare una vita allo zoo alla signora dell'orso, offrendo invece un'alternativa per animali, la Fondazione per gli orsi è intervenuta.
Così, nella Foresta Nera il progetto di Protezione animali ospiterà anche DJ3".
comments powered by Disqus