Salta al contenuto principale

Torna il nome "Alto Adige"

nella legge di Bolzano:

il Consiglio rimedia alla gaffe

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 39 secondi

 Riunito in seduta notturna, il Consiglio provinciale ha trattato ieri sera il disegno di legge provinciale sulle "Disposizioni per l'adempimento degli obblighi della Provincia autonoma di Bolzano derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione europea", la cosiddetta legge europea provinciale" dalla quale era stato stralciato il termine "Alto Adige". A seguito delle polemiche il termine "Alto Adige è stato reintrodotto. Il disegno di legge era stato presentato dalla Giunta provinciale su proposta del Presidente della Provincia Arno Kompatscher.
Myriam Atz Tammerle (Süd-Tiroler Freiheit) nella sua relazione di minoranza ha ripercorso la storia del nome "Alto Adige" e del suo utilizzo durante il fascismo e dopo, fino a concludere era che l'unica denominazione corretta in italiano è "Sudtirolo".
Il disegno di legge provinciale è stato comunque approvato con 29 sì, 3 no e 2 astensioni, fa sapere il Consiglio.
   

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy