Salta al contenuto principale

Vacanze lunghe 40 giorni

per i consiglieri provinciali

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 32 secondi

Quaranta giorni di ferie per i consiglieri provinciali. Consecutivi. Un tempo più che sufficiente per recuperare le forze dilapidate nella maratona dell’assestamento di bilancio. Una tornata da record: dieci giorni. Compresa la domenica. Per un totale complessivo di 105 ore. Mai successo.

Il bilancio è stato approvato mercoledì sera. Ma già da lunedì, l’argomento più gettonato nelle discussioni tra i consiglieri alla buvette era quello delle vacanze. «Tu dove vai?». «Tu che ci sei già stato, come è la Sicilia?». E ancora: «Quando parti?». La capogruppo della Lega, Mara Dalzocchio ha anticipato tutti. E se n’è andata in Calabria, dopo appena 5 giorni di Consiglio.

Si tornerà in Aula il 10 settembre. Belli riposati. E abbronzati. Pronti per un autunno intenso. In attesa di un’altra probabile full immersion: quella per la finanziaria.

I più fortunati di tutti sono i consiglieri che non fanno parte delle varie Commissioni: si potranno godere integralmente le ferie. Senza nessuna scocciatura. Gli altri, invece, dovranno rientrare a Trento per partecipare ai lavori dei vari organismi. Il 20 agosto, per esempio, si ritroverà la Terza Commissione. La stessa presenterà a fine mese i dati raccolti sulla Tempesta Vaia. Gli assessori si fermeranno a turno: la giunta settimanale si terrà anche in agosto. Il presidente Maurizio Fugatti trascorrerà le ferie in Italia. Al mare. Ma ha già detto ai suoi collaboratori che per qualunque urgenza - c’è sempre in circolazione l’orso M49 - tornerà subito in Trentino.

In Consiglio Regionale lo stop estivo durerà 50 giorni. La prossima seduta è fissata per il 18 settembre. E con ogni probabilità in questa occasione si inizierà a discutere della riforma dei vitalizi. Fortemente voluta dalla Lega, molto meno dalla Svp. Il taglio degli assegni agli ex consiglieri terrà banco pure nella giunta regionale in programma il 3 settembre.

Se ne riparlerà: per ora tutti in spiaggia, in montagna o nelle città d’arte.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy