Salta al contenuto principale

Coronavirus, contagi in calo

in Trentino: 18 su 1794 tamponi

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 13 secondi

Dopo l'impennata di ieri, diminuiscono ma restano sempre piuttosto numerosi i nuovi casi di contagio da coronavirus in Trentino: poco fa la Provincia ha annunciato che nelle ultime 24 ore ne sono stati rilevati altri 18 su 1794 tamponi processati.

Aumentano di una unità rispetto a ieri e salgono quiondi a 12 ricoverati, nessuno dei quali si trova in terapia intensiva
L'Apss spiega che anche oggi alcuni dei casi sono legati a focolai nelle aziende di lavorazione della carne (in tutto cinque cluster e 297 positivi).

Le prime due aziende chiuse potrebbero però riaprire a breve, a conclusione delle ultime verifiche, perché non ci sono più stati nuovi casi.

Per un'altra fabbrica, chiusa da ieri, si prevedono invece tempi più lunghi.

Nell'ambito degli stagionali impiegati nella raccolta delle mele e dell'uva, lo screening ha dato finora una presenza di positivi pari al 2,9% dei 1.300 tamponi effettuati.

Nelle ultime settimane sono risultati sempre assai pochi i bimbi positivi, mentre sono aumentati i casi nelle fasce di età 40-69 e 16-39 anni. Nella prima metà di settembre l'età media dei contagiati è risultata essere di 37 anni.

Confortante, spiega l'Apss, che non vi sia una crescita nella fascia di età degli over 70, quella più fragile e a rischio: è fondamentale proteggerla per mantenere questa situazione nelle prossime settimane e mesi. nA fronte di un virus che non ha modificato le sue caratteristiche e pericolosità, le misure preventive e di precauzione stanno finora mettendo al riparo gli anziani, difversamente da quanto accadeva purtroppo in marzo, all'inizio della tragica epidemia.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy